Temporaneamente tua @ Teatro Libero

754

Dall’8 al 14 giugno presso il Teatro Libero di Milano si svolge Temporaneamente tua, un progetto di Greta Zamparini tratto dai testi di Malamore di Concita De Gregorio, per la regia di Greta Zamparini e Federica Bognetti.

Temporaneamente tua è una filastrocca che canta di un paio di scarpette rosse e di una bambina che non riesce più a levarle. È prima di tutto un racconto di donne e secondariamente del lavoro che esse svolgono, la prostituzione. Tutti noi siamo pieni di pregiudizi al riguardo, ma Temporaneamente tua li abbatte. Le protagoniste sono una escort, una studentessa che sceglie di prostituirsi, e una ragazza dell’Est che si ritrova costretta a farlo. Donne molto diverse tra loro, la escort americana si racconta in un blog, non parla mai di prezzi, non si fa promozione, ma parla di sé, di com’è il suo lavoro e di come sia riuscita, in un modo forse difficile da comprendere, a vivere la sua sessualità con sicurezza. C’è poi Cristina, laureata con buoni voti ma che di lavoro trova solo offerte da commessa mal pagata, così per scherzo, per ovviare ai problemi economici, inizia a vendere il suo corpo. Infine la storia più drammatica, una bambina venduta dalla famiglia per lavorare in un giro di prostituzione. Sono tutte donne con addosso dei tacchi rossi, le scarpette rosse della filastrocca di Andersen, e che continuano a danzare. Lo spettacolo è uno sguardo gettato su questa realtà invisibile, invisibile perché le persone non la vogliono vedere: gli stessi clienti considerano invisibili queste donne, le stesse mogli dei clienti fingono di non vedere, tutti noi, nel bene o nel male, rimaniamo nella nostra indifferenza, contribuendo in parte a rendere le prostitute invisibili. Temporaneamente tua si propone di dare un altro valore a queste ragazze, che non viene misurato in sex appeal, ma in umanità.

Greta Zamparini, che attraversa questo universo disfunzionale con un monologo in parte tratto dai testi raccolti in Malamore di Concita de Gregorio, riesce con grande abilità a interpretare queste protagoniste eterogenee. Alla realizzazione di Temporaneamente tua ha contribuito l’esperienza di Greta con i ragazzi di Segnavia (fondazione Somaschi), che si occupano di riabilitazione delle ragazze di strada. Storie vere, quindi, di ragazze che non riescono a “licenziarsi” e dove l’unica e inevitabile soluzione è un taglio netto, il taglio del boia ai piedi della bambina con su le scarpette rosse.

A cura di Sara Palumbo

Commenti su Facebook
SHARE