Premi UBU 2015: i vincitori

379

A Federico Lucchesi

Al Piccolo Teatro Grassi di via Rovello si è riunita ieri una giuria di artisti e operatori teatrali. L’obiettivo? Consegnare i riconoscimenti per la stagione 2014/2015. Si tratta della 38° Edizione dei Premi Ubu per il Teatro, ad opera dell’Associazione Ubi per Franco Quadri e con il patrocinio del Comune di Milano e del Consiglio Regionale lombardo. Come riconoscimento, ai vari artisti è stato consegnato un panciuto Ubu Roi in cartoncino ispirato all’immaginario di Alfred Jerry, un “premio” ideato da Margherita Palli e realizzato da Alice De Bortoli.

Sotto la guida della conduttrice/attrice Federica Fracassi, si è visto trionfare sia come Miglior spettacolo dell’anno che come Miglior nuovo testo italiano Lehman Trilogy del compianto Luca Ronconi, un ultimo riconoscimento alla carriera di un grande maestro. Il premio alla miglior regia ad Alcesti di Massimiliano Civica mentre il Miglior progetto artistico o organizzativo è stato vinto dal Progetto Ligabue Arte, marginalità e follia di Mario Perrotta. Chiudono Romeo Castellucci (Go Down) e Marco Rossi (Lehman Trilogy) per il Miglior allestimento scenico, Gianluca Misiti (I giganti della montagna) per il Miglior progetto sonoro o musiche originali.

Passando a chi è sceso direttamente sul palco, Massimo Popolizio ha trionfato come Miglior attore (Lehman Trilogy) mentre per il ruolo femminile di Miglior attrice ha avuto la meglio Monica Piseddu, protagonista in Alcesti, Natale in casa Cupiello e Ti regalo la mia morte, Veronika. Come giovane (miglior attore U35) è stato invece premiato il 27enne Fabrizio Falco, già protagonista di numerose rappresentazioni.

 Per quanto riguarda gli spettacoli internazionali, come Miglior testo straniero è stato votato Il vizio dell’arte di Alan Bennett (messo in scena da Ferdinando Bruni e Francesco Frongia) mentre per il Miglior spettacolo straniero presentato in Italia ha vinto Christoph Marthaler che alla Biennale aveva presentato il suo Das Weisse vom Ei/Une ile flottante.

 Terminiamo infine con i tre premi speciali Ubu 2015, assegnati rispettivamente a Giuliano Scabia, per la sua ricerca di oltre mezzo Secolo sull’essenza del teatro e la drammaturgia; a Olinda, per la creazione di un festival teatrale d’indagine sulla consapevolezza delle differenze umane; ed a Carla Pollastrelli, per la traduzione e la diffusione del pensiero di Jerzy Grotowsk

Commenti su Facebook
SHARE