Patologie da serie tv: The 100

549

Cari lettori, prendete un po’ di Lost, aggiungete il mondo spietato di The Hunger Games, andate avanti di 100 anni e spennellate il tutto con un po’ di personaggi principali simili a dei modelli tipici della CW, il risultato ottenuto sarà il nuovo drama statunitense della rete: The 100.

The 100, la cui premier è andata in onda a Marzo 2014, ha luogo 97 anni dopo un’apocalisse nucleare che ha spazzato via la vita della Terra. Una stazione spaziale chiamata L’Arca, contiene tutte le vite umane che sono riuscite a scappare prima che le testate nucleari venissero azionate. La serie dark, cruda e rischiosa non si trattiene. Oltre a guadare alcune esecuzioni sull’Arca, vedremo  cosa accadrà quando i ragazzi decidono di farsi giustizia da soli e di occuparsi personalmente delle esecuzioni.

Ma ecco a voi alcuni punti che ci tormentano:

#1 I nomi dei protagonisti di The 100 riprendono quelli di famosi scrittori di fantascienza.

#2 La speranza non è del tutto perduta per i 100 ragazzi, infatti viene detto loro tramite un video che c’è un bunker sotterraneo con cibo e provviste che possono usare per accamparsi mentre aspettano di vedere se possono sopravvivere in superficie. Sfortunatamente la loro capsula di lancio è stata mandata sulla montagna sbagliata e la loro unica possibilità di sopravvivere si trova a miglia di distanza, oltre una foresta selvaggia e inesplorata.

#3 Quell’ostacolo è tutto ciò che serve per dividere il campo in due gruppi. Il primo, guidato da Clarke (Eliza taylor), si prepara per il viaggio verso il bunker con lo scopo di raccogliere le provviste. Il secondo, guidato da Bellamy(Bob Morley), non si preoccupa molto di quello che vuole il cancelliere. Bellamy dice agli altri “criminali” che non devono più vivere secondo le regole.

#4 Tutti i 100 ragazzi sono dotati di speciali braccialetti che trasmettono i loro segnali vitali all’Arca per far sapere agli adulti se sono morti per le radiazioni, se possono mangiare cibo e bere acqua senza problemi,ecc. Sfortunatamente, il mezzo di comunicazione nei braccialetti ha un malfunzionamento, quindi non possono comunicare con l’Arca e viceversa.

#5 Le cose sull’Arca non procedono alla grande.

#6 Il leader ribelle dei 100, Bellamy, in realtà non doveva essere tra i ragazzi sbarcati sulla Terra, ma si è intrufolato per scappare alla pena per un crimine che ha appena commesso e che avrà importanti conseguenze per alcuni personaggi.

#7 Bellamy è il fratello di Octavia (Marie Avgeropoulos). Sono gli unici fratelli esistenti: è un crimine avere più di un figlio sull’Arca per conservare ossigeno e risorse. La madre di Bellamy e Octavia ha nascosto Octavia sotto le assi del pavimento per molti anni fin quando non è stata scoperta. La  madre è stata giustiziata e Octavia è stata rinchiusa. Il suo crimine? Essere viva.

#8 Dato che i ragazzi sono da soli per la prima volta in assoluto, aspettatevi ormoni impazziti ovunque. Mentre alcuni dei 100 si divertiranno a correre nei boschi per pomiciare, altri formeranno dei legami profondi.

#9 Mentre i 100 e gli adulti sull’Arca sono preoccupati di sapere se gli umani possano o meno respirare e vivere in maniera sicura nell’ambiente selvaggio della Terra abbandonata, c’è qualcosa di molto più importante di cui dovrebbero tutti avere paura: in realtà sulla Terra non sono soli.

#10 Il padre di Clarke è morto, giustiziato per un crimine sconosciuto. La carcerazione stessa di Clarke è legata alla morte del padre.

Cari lettori vi diamo appuntamento a settimana prossima con un altro articolo dedicato alle serie televisive.

A cura di Milena Palazzo

Commenti su Facebook
SHARE