L’aria natalizia porta l’amore, il freddo, la voglia di stare in famiglia, il freddo, la gioia, neve, pioggia, grandine e nubi diffuse. Dunque considerando che ci teniamo a scaldare i vostri cuori, ma soprattutto le estremità dei vostri arti, vi consigliamo come ogni weekend qualche film da vedere in qualche riscaldatissima sala cinematografica.

  • Star wars: gli ultimi Jedi

Il film diretto dalla regia di Rian Johnson si presenta come uno dei più attesi appuntamenti cinematografici dell’anno. L’episodio VIII della celebre saga di guerre stellari inserisce una punta di innovatività mantenendo tuttavia fede alle basi dell’amatissimo percorso cinematografico iniziato nel 1977 con la prima trilogia.

La trama racconta della giovane Rey che si mette sulle tracce di un maestro per controllare la Forza che scorre nelle sue vene, Luke Skywalker. Per fare ciò la giovane giunge sino al pianeta sperduto, dove il maestro si è volontariamente nascosto.

Una trama ricca di colpi di scena, che si spera risolva molti dei dubbi lasciati nella mente dei fan sparsi in tutto il mondo dal primo film della nuova trilogia, “Star Wars: il risveglio della forza”.

  • Natale da chef vs Poveri ma ricchissimi

Quella che per anni è stata un’accoppiata cinematografica vincente torna questo weekend al cinema capitanando squadre diverse per quello che ormai da qualche tempo risulta come il derby del cinema italiano, soprattutto in tema di feste. Difatti tornano con il classico dei classici, “il cinepanettone”, almeno per uno dei due, Massimo Boldi e Christian De Sica.

“Il cipollino” interpreta nella pellicola regia di Neri Parenti, “Natale da chef”, il ruolo di un cuoco con capacità decisamente inferiori ai maestri della cucina che bucano il piccolo schermo del bel paese negli ultimi anni e che sarà vittima di un raggiro proprio nel momento in cui crederà di aver ottenuto la sua grande opportunità nel mondo della ristorazione.

La pellicola interpretata dal figlio del celebre attore italiano Vittorio De Sica in realtà porta in sé una novità, infatti, nonostante considerando il periodo la visione del film si possa accompagnare volentieri ad una fetta di panettone (o pandoro) e nonostante le risate siano uno degli ingredienti principali, si presenta come tutt’altro che un cinepanettone, ma bensì come una commedia che non risente dei cambi di stagione. Il film segue la storia basata sulle avventure dei ricchi(ssimi) Tucci iniziata con il primo film “poveri ma ricchi”.

In attesa quindi dei risultati di uno dei box office italiani più attesi dell’anno vi invitiamo a vedere entrambi, che non si sa mai che ridendo riusciate a bruciare un po’ delle calorie che si recupereranno tra cene e cenoni ormai alle porte.

A cura di Samantha Foieni

 

Commenti su Facebook
SHARE