Yes, Weekend #2: cosa vedere al cinema e cosa no

416

Cosa puoi fare il weekend quando finalmente hai una pausa da studio, lavoro, università? Tantissime cose, ma qui si parla di cinema e quindi vi consigliamo di andare al cinema! Ecco a voi: Yes, Weekend!

X-MEN: Apocalisse

Cosa si può dire su un Cinecomic? Sicuramente sarà pieno di botte ed effetti speciali e sicuramente in questo film accadrà di tutto considerando il titolo. Sinceramente i film sui supereroi ultimamente non mi entusiasmano troppo, ma la saga degli X-Men l’ho sempre preferita ai film della Marvel e Singer con la regia ci sa fare abbastanza. Troppe parole sarebbero inutili anche perché più o meno tutti hanno un’idea di cosa potersi trovare di fronte al cinema, quindi vi lascio al trailer se non l’avete visto, ma dubito.

Verdetto: Ma quasi quasi ci andrei…

 

La Pazza Gioia

Beatrice Morandini Valdirana ha tutti i tratti della mitomane dalla loquela inarrestabile. Donatella Morelli è una giovane madre tatuata e psicologicamente fragile a cui è stato tolto il figlio per darlo in adozione. Sono entrambe pazienti della Villa Biondi, un istituto terapeutico per donne che sono state oggetto di sentenza da parte di un tribunale e che debbono sottostare a una terapia di recupero. È qui che si incontrano e fanno amicizia nonostante l’estrema diversità dei loro caratteri. Fino a quando un giorno, approfittando di una falla nell’organizzazione, decidono di prendersi una vacanza e di darsi alla pazza gioia.
Il Capitale Umano mi aveva lasciato una bella sensazione alla fine e l’ho subito preferito a La Grande Bellezza che l’anno precedente aveva vinto l’Oscar. All’uscita del nuovo film di Virzì mi sono affermato curioso, ma vedendo il trailer devo ammettere che il mio interesse Ë incredibilmente calato. Ultimamente il cinema italiano sta facendo uscire troppe storie femminili, troppe fughe dalla realtà e lotte contro gli schemi, tutto questo forse dovuto alla legalizzazione dei matrimoni gay e a voler mostrare una grande apertura mentale riguardo l’abbattimento delle barriere sociali, dimenticandosi però che tutto questo in America (e in altri paesi anche) c’era già da moltissimo tempo, e sottolineando solo quanto siamo perennemente in ritardo.

Verdetto: Probabilmente prossimo rappresentante italiano agli Oscar.

 

Mortadello e Polpetta contro Jimmy Lo Sguercio

Mister L, capo della T.I.A., è tutto orgoglioso della sua nuova cassaforte e del suo contenuto top secret quand’ecco che il solito Jimmy Lo Sguercio gliela sfila da sotto il naso, ancora una volta. A Mister L non resta che fare appello ai suoi agenti migliori o, in mancanza di quelli, a Mortadello e Polpetta, re del travestimento il primo e della vanagloria il secondo.
Dopo aver avuto un grande successo in Spagna vincendo due premi Goya, questo film di animazione ispirato ai fumetti di Francisco Ibanez arriva anche in Italia e sinceramente è il film che tra le uscite settimanali mi entusiasma di più˘.

Verdetto: Abbasso Virzì, Viva Mortadello e Polpetta

A cura di Vincenzo Pascarella

Commenti su Facebook
SHARE