32 gradi all’ombra (percepiti 36 suggerisce lo smartphone), di stare in giro neanche se ne parla, ma al cinema c’è sempre l’aria condizionata, quindi perché non approfittarne? Ecco altre fresche uscite che questo weekend potrebbero rinfrescarvi.

  • Aspettando Il Re

Ritroviamo un attivissimo Tom Hanks nei panni di un imprenditore sull’orlo della bancarotta. Questa volta però, non è la solita storia di come un uomo d’affari risolleverà un’azienda in crisi, ma un viaggio verso un mondo misterioso. Già perché, come suggerisce il titolo, egli sarà mandato dalla sua società, dall’altra parte del mondo per incontrare un re e concludere un affare decisivo. Sarà proprio qui, nella magnifica e misteriosa Arabia Saudita, che scoprirà di non trovarsi davanti proprio lo scenario che si aspettava.

Non solo, sarà anche un viaggio di rinascita, attraverso lo sguardo dell’autista Yousef e dell’affascinante e intensa dottoressa Zahra, egli scoprirà un mondo nuovo, diverso, pieno di tante scintillanti opportunità per la sua carriera e per la sua vita.

– Parigi può attendere

Moglie di Francis e madre di Sofia, Eleanor Coppola ci delizia con la sua prima pellicola di finzione alla veneranda età di 81 anni (dopo numerosi documentari di successo). Anch’essa una commedia basata interamente sul tema del viaggio, è la storia di un’americana, fedele moglie di un produttore cinematografico, troppo occupato a soddisfare i grandi schermi per pensare alla sua vita sentimentale, che, per l’ennesima volta, si troverà ad essere “sbolognata” dal marito a un suo collega che la riaccompagnerà da Cannes a Parigi in auto, una volta che il festival sarà finito. Poche ore che diventano giorni di viaggio in compagnia del classico uomo “à la francaise”, affascinante educato e molto romantico, tanto da essere stato definito “il Depardieu più giovane”. Non mancano certo gli stereotipi, a cui gli americani sono abbondantemente affezionati, ma è sicuramente una commedia leggera con quel fresco tocco Europeo che male non fa.

A cura di Elena Giuliano

Commenti su Facebook
SHARE