YES WEEKEND, 3 film di guerra per cominciare il nuovo mese in modo tranquillo

274

Iniziamo questo mese con l’arrivo di nuovi film che riempiranno le vostre fredde (non più tanto) giornate invernali facendovi sentire in colpa per non averle dedicate allo studio per la sessione di esami di febbraio.

  • Mel Gibson torna al cinema ancora una volta con un film di guerra, si tratta in questo caso di La battaglia di Hacksaw Ridge.
    Il film narra la storia vera di Desmond Doss (interpretato da Andrew Garfield), un giovane ragazzo che entra nell’esercito degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale con l’intenzione di portare i suoi ideali di pace tra i soldati. Sicuro di non voler essere il protagonista di nessun atto di violenza convince la commissione a lasciarlo partire per Okinawa senza alcuna arma con sé.
    Dopo aver dimostrato un grandissimo coraggio in battaglia salvando da eroe molti dei suoi compagni, rappresenta il primo caso in assoluto di un obiettore di coscienza premiato da una medaglia d’onore.

  • A United Kingdom – L’amore che ha cambiato la storia 
    Terzo lungometraggio di Amma Asante, regista e sceneggiatrice britannica originaria del Ghana.
    David Oyelowo e Rosamund Pike sono i protagonisti della storia vera di Seretse Khama e Ruth Williams. I due sposi, lui erede al trono del Botswana e lei impiegata inglese, si ritrovano nel 1947 a lottare insieme, grazie al forte amore che li unisce, contro l’apartheid.
    Nonostante la forte volotà di rendere il mondo un posto più giusto, la loro relazione interraziale diventa un caso politico e i due vengono forzati all’esilio.

  • Billy Lynn – Un giorno da eroe 
    Ang Lee ancora una volta crea un capolavoro tornando al cinema con Billy Lynn dopo l’ultimo successo di La vita di Pi.
    Questa volta rappresenta la storia romanzata di Ben Fountain con il giovane attore esordiente Joe Alwyn.
    Ben è un ragazzo di 19 anni che si trova in Iraq a combattere con l’esercito degli Stati Uniti.
    Lui e i suoi compagni compiono un’azione eroica sul campo e diventano subito famosi dopo che un filmato che li ritrae viene per caso diffuso sul web e in televisione.
    Vengono così richiamati in patria come eroi nazionali tra interviste, visite alla Casa Bianca, comizi pubblici. La loro vita cambia per sempre, oltre ad essere stati testimoni degli errori della guerra vengono ingabbiati in una popolarità improvvisa e assoluta.
    Il romanzo come il film evidenzia attraverso gli occhi dei giovani soldati la differenza tra ciò che hanno provato in situazioni estreme come la guerra e ciò che invece percepisce il pubblico interessato solo a idolatrare in senso patriottico un gruppo di ragazzini vittime degli eventi.
    Uno degli aspetti sorprendenti di questo film è la tecnica di ripresa che comprende addirittura 120 fotogrammi al secondo in modo da offrire una qualità in 4K.

a cura di Beatrice Corona

Commenti su Facebook
SHARE