WEEKEND DI SPORT 01-03 NOVEMBRE

590

A cura di Federica Varbella

È con una spettacolare e ricca incetta di gol che si chiude l’infinita 10ª giornata di Serie A. Nel posticipo tra Lazio e Cagliari infatti finisce 4 a 2 a favore degli uomini di Pioli, che non solo riesce nell’impresa di domare lo scatenato Cagliari di Zeman, ma agguanta la Sampdoria al terzo posto, kloseaiutato e non poco da un sempre più decisivo Klose.

Meno vivace è stato invece l’altro posticipo, quello tra Cesena e Verona, conclusosi con uno scontato e giusto 1-1, che mantiene le posizioni delle due squadre inalterate e non permette ai romagnoli di allontanarsi dalle zone a rischio della classifica.

Weekend che si è aperto però già sabato 01 novembre con tre delle partite più rilevanti sul piano della classifica. L’atteso e temuto scontro tra Napoli e Roma ha visto i partenopei prevalere per 2 gol a 0 sulla Roma che, complice la contemporanea vittoria della Juventus (2-0 sull’Empoli), torna ad essere la seconda della classe. L’ultimo anticipo, quello tra Parma e Inter, ha visto la squadra di Donadoni infliggere una pesante sconfitta ai milanesi, puniti dell’inaspettata doppietta di De Ceglie.

Il calendario sempre più spezzettato della Serie A lascia però ancora qualche spazio alle tradizionali partite della domenica. Sono le genovesi a dominare la scena: Mihajlovic frena con la sua Sampdoria la sua ex squadra, la Fiorentina, per 3 a 1, mentre il Genoa si esalta e ne infligge 4 all’Udinese (4-2 il risultato finale). Dopo una bruttissima partita sul piano delle motivazioni e del gioco, il Milan perde in casa contro il Palermo, con Zapata che ci mette del suo in occasione di entrambi i gol dei rosanero.

Completano questa singhiozzata giornata di campionato i pareggi, entrambi privi di gol, tra Chievo-Sassuolo e Torino-Atalanta.

Serie A che non ha mancato di dare spunti e conferme anche per quanto riguarda gli imminenti appuntamenti di Champions; stasera va di scena Juventus-Olympiacos, con i bianconeri di fronte a un aut aut quanto mai decisivo, e Bayern Monaco-Roma, con i giallorossi in piena emergenza in difesa.

Due scontri che decideranno il futuro europeo delle nostre due migliori squadre e l’onore del tanto bistrattato calcio italiano.

Il periodo non facile per le due milanesi del calcio sembra riflettersi anche nel basket. L’Olimpia Milano infatti stecca contro Avellino (73-69 per i campani) e manca l’aggancio alla vetta della classifica, dove è Sassari a primeggiare con 8 punti, 2 di vantaggio sui campioni in carica.

 

Si è corsa questo fine settimana l’attesissima maratona di New York,maratona ny dominata totalmente dal Kenya, i cui Wilson Kipsang e Mary Keitany fanno propria la classifica maschile e femminile, con i rispettivi tempi di 2h10’59” e 2h25’07”.

Mezza delusione per la nostra portacolori Valeria Straneo; la vice campionessa europea chiude solo all’ottavo posto, complice una forma discreta e non eccezionale e una stagione assai impegnativa. Un risultato che non getta però ombre sul valore dell’atleta alessandrina, pronta più che mai a crescere in vista del biennio che la porterà alle Olimpiadi di Rio 2016.

Commenti su Facebook