On stage: Vox meets Angel Cohen

164

Vox raddoppia e incontra Angel Cohen, chiacchieratissima attrice nonché ex compagna della stella del cinema Michaal McGregor.

Ciao Angel, cominciamo col sfatare un mito: non sei in nessun modo imparentata con i fratelli Cohen. A differenza di McGregor non hai avuto vita facile agli esordi, come inizia la tua carriera?

È vero, non sono figlia di un attore come Michaal, sono nata a Sonoma County in California nel 1987. Mio padre è un artigiano e mia madre segretaria di un avvocato. Durante la mia infanzia le mie sorelle (Crystal e Beth, ndr) ed io siamo state abbandonate da nostra madre, quindi si può tranquillamente dire che ad averci cresciute siano stati nostro padre e nostra nonna.

Ho scoperto la mia passione per la recitazione solamente a 15 anni: in vacanza in Messico ho partecipato ad un piccolo spettacolo amatoriale. Da lì ha avuto inizio tutto.

Il primo provino teatrale a 18 anni è andato molto male ma successivamente le cose sono cominciate ad andare meglio.

E a 19 anni l’esordio cinematografico… 

Sì, ho avuto una parte ne L’altra donna del Re, film diretto da Chadwick con cui ho avuto una liason non particolarmente importante.

Nel 2009 ho girato una scena di nudo in un film di Bertolucci, sono stata il volto di Wonder Woman in alcune pellicole della saga, ma è con Woody Allen che ho avuto le maggiori soddisfazioni.

Ti riferisci all’Oscar per Blue Jasmine?

Non solo, avere l’opportunità di lavorare con Woody ed essere una delle sue muse è stata un’esperienza incredibile. Certo, l’Oscar è stata la ciliegina sulla torta. C’è chi è entrato in questo business dal portone principale e non è ancora salito sul palco degli Academy Awards.

Frecciatina a McGregor?

Beh, non mi risulta che nella bacheca di casa sua ci sia la statuetta…

Parlaci del rapporto con le tue sorelle. 

La famiglia è uno dei valori più importanti per me. Sono molto legata alle mie sorelle. Beth ha cominciato a lavorare nel mondo del Cinema prima di me, sono stata io a incoraggiarla a trasformare la sua passione per la critica in una professione. Al momento lavora come redattrice per il Cahiers du Cinema a New York. Crystal invece è da sempre la più problematica, al liceo ha frequentato cattive compagnie e ora vive di espedienti nella Grande Mela. Anche se sono lontane è come se fossero sempre con me.

Da qualche anno hai lasciato gli Stati Uniti e ora vivi a Bordeaux. 

Sì, ho aperto nel 2015 il Diva’s a Bordeaux dove si esibiscono ogni settimana molti artisti. I grandi protagonisti delle serate al locale sono la cantante Missy Lake e il mago Bernard, che è anche il fidanzato di mia sorella Beth.

Si vocifera di un’imminente cessione del Diva’s…

Non intendo privarmi di questa mia creatura.

Diva’s – A proposito di Michaal, Compagnia I Birbanti, 5-6-7 Maggio, Teatro Filodrammatici

Clicca qui per vedere la pagina Facebook

a cura di Carlo Michele Caccamo

Commenti su Facebook
SHARE