Twenty One Pilots @ Mediolanum Forum di Assago (Milano)

425

Lunedì 7 novembre i Twenty One Pilots (Tyler Joseph al microfono con basso, tastiera e ukulele e Josh Dun alla batteria) si sono esibiti al Mediolanum Forum di Assago per l’unica tappa italiana del tour. La band, originaria dell’Ohio e conosciuta a livello internazionale da solamente un paio d’anni, è nota per il suo repertorio musicale variegato. Lo show si è aperto con un mashup di Fairly Local e Heavydirtysoul, due canzoni elettro-rap che hanno dato la giusta carica d’inizio. L’indietronica ha invece dominato l’intero concerto, con i singoli più famosi come Stressed Out, Ride o Tear In My Heart, terminando l’esibizione con pezzi meno noti, ma molto coinvolgenti a livello emozionale, come Goner e Trees. Un’atmosfera intensa si è creata durante Heatens, ultimo pezzo firmato Twenty One Pilots rilasciato in occasione dell’uscita di Suicide Squad.

Stilizzati come TØP, i due hanno interagito con il pubblico per tutta la durata dello show. Dopo le prime canzoni rompighiaccio, il frontman ha cantato qualche minuto sugli spalti del primo anello, sotto gli occhi increduli degli spettatori attorno a lui, tuttavia molto rispettosi: nessuno l’ha disturbato durante il solo. L’interazione fisica della band con i fan è salita man mano di livello, spostandosi al centro del parterre su una sorta di secondo palco e arrampicandosi su tralicci scenici, per esibirsi con un mashup di una decina di canzoni selezionate dai loro quattro album in studio. Successivamente, Tyler si è fatto sostenere dalle braccia dei più fortunati tra prime file, mentre Josh (con la sua intera postazione batteria), ha suonato circondato dal pubblico. Infine, durante un assolo strumentale, il cantante è letteralmente rotolato sulle teste dei fan all’interno una gigantesca palla rossa gonfiabile.

Il sold-out non è stato una sorpresa: già a febbraio, all’Alcatraz, avevano lasciato tutti a bocca aperta con uno spettacolo molto simile. Migliaia di persone, dagli adolescenti agli over fifty, sono rimaste strabiliate di fronte all’energia che il duo è in grado di generare e trasmettere. La band stessa sembra quasi non essersi ancora del tutto abituata all’enorme successo che sta ricevendo: meravigliati dalla risposta sempre positiva da parte dei fan, non hanno potuto fare altro che ringraziare più volte il Forum, promettendo di tornare molto presto. “We are Twenty One Pilots and so are you” (“noi siamo i Twenty One Pilots e lo siete anche voi”) è la frase motto con la quale hanno chiuso il concerto, riuscendo così a mantenere fino all’ultimo istante quel contatto sincero con il pubblico.

 A cura di Margherita Rho

Commenti su Facebook
SHARE