The PaperBoy – Lo Strillone: nel segno di Donald Trump

248
  • Venerdì 20 gennaio è stato il giorno dell’insediamento del 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump. Il tycoon, nel suo primo discorso ufficiale, ha incluso un passaggio già al centro di molti commenti ironici pubblicati online. Molti appassionati di cinema hanno infatti sottolineato i punti in comune con le parole pronunciate dal malvagio Bane dopo aver preso il controllo di Gotham in Il cavaliere oscuro – Il ritorno. Trump ha dichiarato: ‹La cerimonia di oggi ha un significato speciale perché oggi non solo trasferiamo il potere da un’amministrazione all’altra o da un partito all’altro, ma stiamo trasferendo il potere da Washington, D.C. e lo stiamo ridando a voi, il popolo›. Bane, interpretato da Tom Hardy, diceva invece: ‹Prendiamo Gotham dai corrotti! Dai ricchi! Dagli oppressori delle generazioni che vi hanno tenuto sotto controllo con i miti dell’opportunità. E la ridiamo a voi, il popolo!› .

  • Proseguendo con il binomio cinema-politica, tanto di moda nell’ultimo periodo, Shia LaBeouf ha annunciato il suo nuovo progetto artistico, dopo #AllMyMovies in cui era ripreso mentre guardava tutti i suoi film in tre giorni e #TouchMySoul in cui ha risposto alle telefonate dei fan per cinque giorni consecutivi. Nel giorno dell’insediamento di The Donald alla Casa Bianca, l’attore ha infatti presentato la sua nuova installazione intitolata HE WILL NOT DIVIDE US, realizzata con una videocamera fissa posizionata all’esterno del Museum of the Moving Image a New York che trasmetterà delle immagini dal vivo visualizzabili sul sito del progetto. Shia, insieme ai collaboratori Nastja Säde Rönkkö e Luke Turner, ha spiegato che per tutta la durata della presidenza, si svolgerà una live stream sempre attiva in cui il pubblico è invitato a pronunciare la frase ‹He will not divide us› di fronte alla telecamera, senza limiti di tempo. L’obiettivo è di ‹mostrare la resistenza o insistenza, opposizione o ottimismo, guidati dallo spirito di ogni individuo della comunità che vorrà partecipare›.
  • Un annuncio ancora più importante di quello proveniente dalla Casa Bianca è sicuramente quello di Netflix, che ha pubblicato online un video che, mostrando una bandiera degli Stati Uniti appesa sottosopra e un giuramento, annuncia la première della quinta stagione di House of Cards. La data è quella del 30 maggio e, in base alla didascalia che accompagna il filmato, i fan devono attendersi un’atmosfera all’insegna del “terrore”. I protagonisti saranno ancora una volta i coniugi Frank (Kevin Spacey) e Claire Underwood (Robin Wright), al centro di innumerevoli intrighi politici.

a cura di Marco Teruzzi

Commenti su Facebook
SHARE