Come ogni martedì, Vox si incarna in un informatissimo strillone londinese pronto a raccontarvi tutte le ultime novità dal mondo del cinema al solo prezzo di un penny (o, come nel nostro caso, di un semplice like).

È una settimana di grandi premiazioni quella che è appena trascorsa nel soleggiato mondo del grande schermo, che si apre con le assegnazioni del Noir in Festival 2017 (che di soleggiato non ha né il nome né la location, visto che quest’anno si è svolto sull’asse Milano-Como). Il più importante fra i premi, il Leone Nero al miglior film, è stato assegnato al dramma basco Handia, di Jon Garaño e Aitor Arregi, che, “ispirandosi a una storia vera dei Paesi Baschi, affronta la questione dell’identità culturale e personale attraverso il rapporto tra due fratelli in modo coinvolgente e visivamente straordinario”. Ma una menzione speciale va a Gatta Cenerentola, il film d’animazione di Alessandro Rak, giovane fumettista napoletano ispiratosi all’omonima fiaba di Giambattista Basile, che va ad aggiudicarsi il Premio Caligari al miglior film.

Assegnazioni completamente diverse, come sono diversi i generi trattati, sono quelle dell’European Film Awards 2017, che hanno visto un solo grande vincitore: sei premi sui sei a disposizione, anche quello per la miglior commedia, per Ruben Ostlund e il suo The Square, già vincitore della palma d’oro a Cannes.

Per il piatto forte della settimana dobbiamo però spostarci oltreoceano, al Beverly Hilton Hotel di Los Angeles, dove sono state annunciate ieri le candidature ai 75esimi Golden Globe Awards, che saranno assegnati il 7 gennaio prossimo. Ecco qui la lista completa:

  • Miglior film drammatico:

Chiamami col tuo nome
Dunkirk
The Post
The Shape of Water
Tre manifesti a Ebbing, Missouri

  • Miglior film commedia o musicale:

The Disaster Artist
Get Out
The Greatest Showman
I, Tonya
Lady Bird

  • Miglior regia:

Guillermo Del Toro, The Shape Of Water
Martin McDonagh, Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Christopher Nolan, Dunkirk
Ridley Scott, Tutti i soldi del mondo
Steven Spielberg, The Post

  • Miglior attrice in un film drammatico:

Jessica Chastain, Molly’s Game
Sally Hawkins, The Shape of Water
Frances McDormand, Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Meryl Streep, The Post
Michelle Williams, Tutti i soldi del mondo

  • Miglior attore in un film drammatico:

Timothée Chalamet, Chiamami col tuo nome
Daniel Day-Lewis, Il filo nascosto
Tom Hanks, The Post
Gary Oldman, L’ora più buia
Denzel Washington, Roman J. Israel, Esq

  • Miglior attrice in un film commedia o musicale:

Judi Dench, Victoria & Abdul
Margot Robbie, I, Tonya
Saoirse Ronan, Lady Bird
Emma Stone, La battaglia dei sessi
Helen Mirren, Ella & John

  • Miglior attore in un film commedia o musicale:

Steve Carell, La battaglia dei sessi
Ansel Elgort, Baby Driver
James Franco, The Disaster Artist
Hugh Jackman, The Greatest Showman
Daniel Kaluuya, Get Out

  • Miglior film d’animazione:

Baby Boss
The Breadwinner
Coco
Loving Vincent
Ferdinand

  • Miglior film straniero:

A Fantastic Woman
First They Killed My Father
In the Fade
Loveless
The Square

  • Miglior attrice non protagonista:

Mary J. Blige, Mudbound
Hong Chau, Downsizing
Allison Janney, I, Tonya
Laurie Metcalf, Lady Bird
Octavia Spencer, The Shape of Water

  • Miglior attore non protagonista:

Willem Dafoe, The Florida Project
Armie Hammer, Chiamami col tuo nome
Richard Jenkins, The Shape of Water
Christopher Plummer, Tutti i soldi del mondo
Sam Rockwell, Tre manifesti a Ebbing, Missouri

  • Migliore sceneggiatura:

The Shape of Water, Guillermo del Toro/Vanessa Taylor
Lady Bird, Greta Gerwig
The Post, Liz Hannah/Josh Singer
Tre manifesti a Ebbing, Missouri, Martin McDonagh
Molly’s Game, Aaron Sorkin

  • Migliore colonna sonora originale:

Tre manifesti a Ebbing, Missouri
The Shape of Water
Il filo nascosto
The Post
Dunkirk

  • Migliore canzone originale:

“Home”, Ferdinand
“Mighty River”, Mudbound
“Remember Me”, Coco
“The Star”, Gli eroi del Natale
“This Is Me”, The Greatest Showman

A cura di Marco Teruzzi

Commenti su Facebook
SHARE