The Paper Boy – Road to Oscars

165

Ritorna l’appuntamento settimanale con la rubrica The Paper Boy, pronti a scoprire le novià cinematografiche più sorprendenti della settimana.

Partiamo facendo i complimenti a Damien Chazelle, regista di La La Land, che settimana scorsa ha ricevuto il premio come miglior regista assegnato dal sindacato dei registi americani. Il regista, che ha ricevuto anche il Golden Globe sempre per la miglior regia, diventa così il principale candidato alla vittoria finale sul palco dell’Academy Award.

Continuiamo andando a parlare della difficile situazione che sta occupando il povero Johnny Depp in questo periodo. Il capitano della perla nera sembra aver abbandonato per un po’ le luci della ribalta per le querele giudiziarie: la Manegement group, l’agenzia che gestisce le sue finanzie, nell’ultimo periodo l’aveva avvisato più volte che le uscite stavano superando le entrate, e se si vanno a considerare le uscite qualche preoccupazione è giusta farsela. Nel testo delle querele, Depp è accusato di aver speso 18 milioni di dollari in uno yacht di 45 metri; spese mensili di 30.000 dollari per vini pregiati, 200.000 per viaggi privati, 300.000 per il suo staff di 40 persone e 150.000 per la sua sicurezza; 4 milioni di dollari per un’etichetta musicale fallita e, gran finale, 3 milioni di dollari per sparare in aria con un cannone le ceneri dello scrittore Hunter Thompson (questa potevano risparmiartela, sei un grande Johnny). Inoltre, la Manegement Group sostiene che l’attore ha ancora un debito di 4 milioni e 600.000 dollari nei confronti della stessa dopo aver cambiato agente. Butta male Johnny, di recente ho letto però che hai una collezione di centinaia di cappelli costosissimi. Forse la soluzione ce l’hai in casa.

paper boy johnny depp

Continuiamo con una notizia molto interessante: il produttore Michael De Luca ha in preparazione un film documentario sulla storia d’amore tra John Lennon e Yoko Ono. Con l’aiuto della stessa Yoko e dello sceneggiatore Anthony McCarten (“La teoria del tutto”), il film si baserà sui temi maturi e attuali dell’amore, del coraggio e dell’attivismo in america, con l’obbiettivo di far crescere una migliore coscienza sociale nei giovani. Penso che possa promettere molto bene questo lavoro, anche se per i fan nostalgici dei Beatles non so quanto potrà far piacere vedere Yoko di nuovo sotto la luce dei riflettori.

paper boy yoko ono

E infine, per chi non avesse visto il Super Bowl ieri notte, qui di fila troverete tutti i nuovi trailer che hanno trasmesso in occasione della partita, con “Pirati dei Caraibi 5” che torna prepotentemente a sconvolgere le nostre vite: QUI TUTTI I TRAILER.

A cura di Edoardo Marcuzzi

 

 

Commenti su Facebook
SHARE