Star Wars il Risveglio della Forza: cosa vi siete persi

1561

 

Star Wars il Risveglio della Forza è di nuovo tra noi, per davvero.

Star Wars il risveglio della forza parte lì dove i sogni dei fan di Star Wars si erano infranti, essendo a tutti gli effetti il proseguo filmico della saga principale. È vero, non è più frutto degli sforzi del suo creatore George Lucas, ma se sia un bene o un male lo andremo a scoprire insieme: vedendo Star Wars Il Risveglio della Forza al cinema.

 Vi avvisiamo fin da subito che l’articolo su Star Wars Il Risveglio della Forza è assolutamente spoiler free, quindi non vi preoccupate, ma fate un bel respiro profondo e prepariamoci al ritorno, tanto atteso da milioni di fan, della Saga più chiacchierata, amata, Odiata (seconda trilogia, what??), fruttuosa della Storia del cinema.

L’emozione è tanta, forse non è mai stata così in alto. Tornare a vedere Guerre Stellari è qualcosa in cui avevamo sempre sperato, ma che non avremmo mai pensato potesse essere tanto trascinante, niente poteva superare le aspettative come Star Wars Il Risveglio della Forza.

 

Detto questo: Abrams ci è riuscito, Star Wars Il Risveglio della Forza è un capolavoro.

 Sempre con la sua solita furbizia, sempre con astuzia, ma ci è riuscito. Abrams prende ciò che c’è di meglio dal pantheon di Star Wars (cioè dall’episodio IV e V) e lo unisce per creare una pellicola che ricalca pesantemente lo stile classico. Una cosa in particolare lascia e ci ha lasciato a bocca aperta: Abrams non spiega niente, una cosa è così e basta. Esattamente come nella trilogia originale, niente “spiegoni”, niente dettagli. Il piano è questo, in questo modo!

Così le vecchie glorie posso essere reintrodotte nel pieno delle loro facoltà, come comprimari e non come protagonisti proprio perché la loro storia l’hanno già vissuta, perché loro saranno sempre lì e nulla cambierà questo, ma il Risveglio della Forza parla di altro. Star Wars VII è la storia di una nuova generazione, di Rey, Finn e Kylo. Non dico nulla sui personaggi, perché sono cosi freschi e nuovi per la saga che non voglio anticiparvi nulla, anzi, vi dico solo questo : ERA ORA!

Tutti i nuovi personaggi convincono. Funzionano. Persino il cattivo, Kylo, costretto a raccogliere la pesante eredità dello Skywalker, il buon Anakin che passò al lato oscuro. Nessuna aggiunta di personaggi superflui, nessun conte Dooku, niente  cancellieri della Federazione dei Mercanti, che, diciamolo, ci avevano FRACASSATO LE PALLE DI ENERGIA. Nessun personaggio secondario, piatto e messo lì per fare il palo o riempire vuoti, solo l’essenziale. Ed è bellissimo.

E quando durante il film vi ritroverete con un grande punto di domanda sopra la testa, pensate ai primi spettatori di “Una Nuova Speranza”. Quanto dovranno essersi sentiti smarriti e dubbiosi? Loro hanno rischiato e hanno vinto. Senza alcun dubbio, scappate al cinema a risvegliare LA FORZA.

Il bambino, ora adulto, che uscì dal cinema del suo paese deluso, con i pezzi del proprio cuore in mano, dopo aver visto episodio I, può tornare a gioire dopo quindici anni.

GRAZIE ABRAMS.

A cura di Giacomo Azzolina

Commenti su Facebook
SHARE