San Valentino tra i libri

575

Amanti di tutte le età, ecco la lista dei libri che accompagneranno il vostro San Valentino. La lampadina di Vox accenderà la passione in voi.

Sylvia san valentino

Sylvia, Leonard Michaels
“All’improvviso Sylvia smise di spazzolarsi, andò nel soggiorno, si lasciò cadere sul divano, si appoggiò con la schiena alla parete di mattoni e si abbandonò completamente. Poi, da dietro la lunga frangia nera, i sui occhi si mossero, mi guardarono. Il dubbio su cosa fare della mia vita fu risolto per i quattro anni successivi.”
A noi di Vox proprio non vanno giù le storie d’amore con un happy ending e vi proponiamo Sylvia, l’autobiografia atipica e masochista di Leonard Michaels, uscita in Italia solamente quest’anno.
Perché atipica? L’autore in queste pagine lascia parlare i suoi ricordi (le vicende sono ambientate negli anni Sessanta, ma il romanzo è stato pubblicato nel 1992) e ci pone di fronte a due storie protagoniste della narrazione: da una parte l’evoluzione della relazione incendiaria tra l’autore stesso e Sylvia, l’ex moglie; dall’altra il brulicare di New York, che prepotentemente cerca di ricoprire il ruolo principale.
Perché masochista? Richiamare certi ricordi non è stato facile, ammette Michaels, specialmente visto l’implosivo finale: il suicidio di Sylvia (e non è uno spoiler!).
Questi sono gli anni ’60 e New York è in completo fervore: in sottofondo c’è Elvis, c’è la Beat Generation, protagonisti quanto l’autore e Sylvia che, rintanati dentro le loro quattro mura domestiche, convivono con l’amore e l’odio l’uno per l’altro, riscoprendo i limiti delle due definizioni.

Francesca Faccani

edipo re san valentinoEdipo Re, Sofocle

“Se c’è un male più grande di ogni male, questo è toccato a me”
Controverso, oscuro, seducente, sono gli aggettivi che vengono in mente quando si parla dell’ultimo capolavoro dello scrittore greco. Dopo il successo di Antigone, Sofocle ci riporta a casa Cadmo offrendoci un prequel sul padre della giovane ribelle, Edipo, invischiato in una torbida lovestory. Anche quando si parla d’amore, Sofocle non si risparmia e ci offre il meglio del suo repertorio: oscure profezie, pestilenze, intrighi, sommovimenti politici e rivelazioni sconvolgenti. Allo stesso tempo, Sofocle riesce a raccontarci di un amore appassionato e disperato, in lotta contro ogni pregiudizio, dal perbenismo bigotto di Tiresia agli astuti intrighi di Creonte, un amore che non conosce differenze di età, classe o ruolo familiare. Scritto come un giallo, Edipo Re non poteva che concludersi con un colpo di scena da maestro che farà la storia della letteratura. Consigliato come dono per San Valentino, e perché no, anche per la Festa della Mamma.

Nicolò Valandro

Atti osceni san valentino

Atti Osceni in Luogo Privato, Marco Missiroli

“Ci baciavamo, mi sfiorava e la sfioravo, l’attesa generava tripudio. Aspettavo senza scalpitare, e-stasiato, mentre la farfalla nera custodiva la mia illibatezza come una creatura in via di estinzione. Trasformavo la vigilia in festa e avanzavo a piccoli passi verso la sacra iniziazione. Assaggiavo di lei quanto potevo, avvistavo l’evento, quando tentavo di bruciare le tappe era lei a fermarmi: mi bloccava le mani, poi mi appoggiava una guancia sul petto, Tant Pis mon amour, con pazienza amore mio, è solo l’inizio.”

Atti osceni in luogo privato è la proposta di Vox per i nostri lettori che amano i romanzi di formazione e non sanno cosa regalare al proprio fidanzato o alla ragazza di cui sono innamorati.
La scrittura elegante e essenziale di Marco Missiroli ci guida attraverso l’Educazione Sentimentale
di Libero Vandi, bambino, ragazzo e uomo italo-francese. Il percorso di crescita di Libero ha per compagni di viaggio la bellezza appariscente di Parigi e la frenesia romantica di Milano, vere co-protagoniste di un romanzo che offre al lettore una precisa idea della sessualità: l’incontro carnale con l’altro visto come momento di maturazione e di scoperta di se stessi.
Missiroli rappresenta l’impatto che può avere una relazione d’amore sullo sviluppo dell’identità di chi la vive. La scrittura dell’intero libro è scandita da descrizioni dettagliate della fisicità che sorge dall’unione dei corpi dei due amanti, senza mai scadere nell’erotismo spicciolo.
E voi siete pronti a crescere e ad amare?

Carlo Michele Caccamo
Fato e Furia san valentino

Fato e Furia, Lauren Groff

“ La sua felicità distese le ali per agitarle un po’ ”
Bellissimi, giovani e magnetici. Lotto e Mathilde nei loro anni ruggenti di newyorkesi ventenni sono così, oltre che appena sposati. Carismatico lui, insondabile lei. Mathilde alle feste organizzate nel loro scantinato resta sempre ai margini di quel vortice di attenzioni e riverenze che si crea attorno al marito, che però finisce sempre per cercarla. Lauren Groff racconta quello che in una relazione all’apparenza perfetta resta inesplorato, il territorio neutro che inizia dove finisce quello che ciascuno decide di rivelare di sé all’altro. Una terra di nessuno che resta lì anche dopo vent’anni di vita insieme. In un romanzo dalla duplice prospettiva (Le Parche ci raccontano la storia di Lotto, Le Furie quella di Mathilde) l’autrice ci ricorda che conosciamo solo quello che decidiamo di vedere.
Un amore da tragedia greca nella New York degli anni Novanta.

Francesca Bonfanti

Black sheep san valentino

Pecora Nera, Georgette Hayer

“Lui rise: «No, no! Volevo solo camminare con voi. Mi guardavate con tale ostilità che non ho potuto resistere».
«Un vero cavaliere» osservò Abby.
«Affatto! Vi avevo avvertito che sono privo di onore?»
«E allora perché insistete a portarmi a casa?»
«Solo perché desidero farlo, è naturale. Che domanda sciocca!» ”
Gran parte dei classici più amati, in ogni epoca e a ogni latitudine, include una storia d’amore. Ma vero è che in alcuni il rapporto tra i protagonisti è particolarmente importante, come è vero che pochi autori sono stati in grado di inserire la dinamica romantica all’interno di un affresco affascinante e arguto della società del loro tempo, tanto quanto ha fatto Jane Austen con l’epoca georgiana. Purtroppo però la cara Jane ha brillato troppo brevemente, e letti i suoi sei romanzi completi pare non rimanere altra scelta che rivisitarli (anche attraverso altri media; si può dire che ormai la Austen sia stata sfruttata fin troppo, sotto certi punti di vista).
O forse no? Signore e signori, date il benvenuto a Georgette Heyer. Non contemporanea della Austen, ma altrettanto in grado di dare vita alla società georgiana, ha uno spirito vivace quasi quanto la sua ispiratrice e un talento nel delineare eroi ed eroine memorabili. Per questo San Valentino vi consiglio di partire con Pecora nera, che ha tutto: passati misteriosi, corteggiatori da cui guardarsi e a cui cedere, Bath, i balli, le gite al parco in carrozza, scandali (scampati o meno) e una protagonista zitella che non rinuncia alla propria indipendenza. Una chicca.

Camilla Pelizzoli

Gli amori difficili san valentino

Gli Amori Difficili, Italo Calvino

“La bellezza nasce sempre da un urto”

Questa raccolta composta da quindici racconti è considerata un capolavoro per mille e più motivi, che sono stati spiegati ed argomentati in pagine e pagine di scritti, da personaggi senz’altro più autorevoli della sottoscritta.
Tutto ciò che posso aggiungere dunque è che se ancora non l’avete fatto dovreste prendervi il tempo di leggere Gli amori difficili di Italo Calvino, per scoprire come si può raccontare l’Amore senza mai nominarlo, e soprattutto senza scivolare nella tranquillità un po’ stucchevole del lieto fine.
I personaggi di queste pagine (un soldato, un miope, una moglie e gli altri) si incontrano, si scontrano, spesso si immaginano senza toccarsi, ma nonostante siano sospesi in questa strana dimensione di incompiuto, vivono le proprie “avventure” esistenziali ed amorose con intensità, un intensità che si legge tra le righe, nei non detti, nei gesti pensati e lasciati a mezz’aria.

Bianca Maria Cuttica

Commenti su Facebook
SHARE