PROSSIMO APPUNTAMENTO USTATION: SPIRAL69

431

La storia degli Spiral69 inizia nel 1992, quando Riccardo Sabetti, di ritorno da un concerto dei The Cure, decide che farà il musicista nella vita: una decisione improvvisa e improvvisa che cambia tutta la sua vita. Lotto di anni più tardi, nel 2001, viene pubblicato “Fiori 0.2”, il primo album da Pixel, progetto industriale in cui Riccardo è l’autore, voce e chitarre. In seguito ha iniziato a lavorare con la formazione storica dark wave, Argine.

Nel 2007 lasciò la band per lavorare al suo progetto solista, Spiral69 e ha pubblicato il suo primo album “A Filthy Lesson for Lovers” con Megasound: l’album ottiene ottimi risultati nelle riviste specializzate e fanzine, ed è seguito da una lunga serie di concerti in tutta Europa , dove Riccardo è accompagnato da Enzo Russo alla chitarra Andrea Freda (da Spiritual Front) alla batteria e Licia Missori al pianoforte.

Nel 2010 la band è la band di supporto al tour italiano di Love Amongst Ruin, il progetto del batterista storico dei Placebo, Steven Hewitt. Nel marzo 2011 pubblicano il secondo attesissimo album “No Vernice On The Wall”. Durante il tour che segue l’uscita dell’album, la band viene scelta da Lou Reed a far parte della colonna sonora del suo primo film / documentario intitolato “Red Sherly” con il brano “Berlin”.

Nell’aprile 2014, la band pubblica un nuovo mini album, “Alone”, sei ballate oscure di odio e di amore, una fusione di new-wave, rock, folk e synth pop, interamente prodotto da Riccardo Sabetti con la sua etichetta neonato, Rehab Records, e masterizzato da Frank Arkright in Abbey Road Studios nel Regno Unito.

Commenti su Facebook
SHARE