Siamo arrivati alla terza eliminatoria del PendingLips 2018 e questa volta a stupirci è stato un duo di ragazzi di Milano, i CitySwell.  Thomas Casotto è il cantante e dopo una presentazione senza troppi ricami ci spiega in una piccola introduzione come è nato il progetto e la loro musica che sembra arrivare da molto lontano, aver fatto un po’ il giro del mondo per poi tornare a casa e ieri sera “casa” era il palco dell’Arci Tambourine di Seregno. 

Appena le corde della chitarra acustica iniziano ad essere pizzicate, chiudiamo gli occhi e sentiamo un’intima miscela di sensazioni e suggestioni che ci cullano lontano dalla provincia brianzola e tutto un altro scenario ci appare davanti. In bocca, oltre al sapore dell’amaro Montenegro, abbiamo lo stesso retrogusto del ritorno di un viaggio segnante e lo spaesamento interiore può essere colmato con una rielaborazione del vissuto attraverso gli strumenti della Signora Musica. E sulle note di questo mood malinconico, i testi in inglese ci trasportano dallo “swell” che il gergo surfistico insegna essere la corrente dei mari e degli oceani, la stessa disegnata sulla copertina del loro primo EP dal nome, non a caso, “Travels”. 

E gli CitySwell sono questo, un flusso di feelings derivanti dalle sonorità pop-soul, impregnati dalla voglia di raccontare i loro mille viaggi ed esperienze, come quella di un anno in Australia fatta da Thomas a cui ha accennato brevemente. Introspettivi, delicati e sinceri si muovono attorno a noi e ci prendono la mano per accompagnarci nel loro immaginario alla volta di chissà quale evasione di cui poi avere malinconia. 

A cura di Federica Calvo

Commenti su Facebook
SHARE