Patologie da serie tv: The Originals

311

Patologici amanti delle serie televisive, continuiamo a cercare di capire il perché di alcune serie non riusciamo proprio a farne a meno. Questa settimana ritorniamo a parlare di vampiri, soprattutto di alcuni tipi di vampiri….. gli Originali. L’articolo di questa settimana sarà dedicato a The Originals.

The Originals è una serie televisiva statunitense di genere fantasy, creata da Julie Plec, che ha debuttato ad Ottobre 2013 sul network The CW. Si tratta di uno spin-off della serie televisiva The Vampire Daries , il cui backdoor pilot è stato trasmesso ad Aprile 2013 come ventesimo episodio della quarta stagione della serie principale. La serie è ambientata nel quartiere francese della città di New Orleans e segue le vicende dell’ibrido Originale Klaus Mikaelson e della sua famiglia.

Ma ecco a voi alcuni punti che ci tormentano:

#1 Prima di lavorare come attore, Charles M.Davis ( Marcel) è stato un modello e tutte noi non facciamo fatica a crederci. Che altro!? Se siete stati attenti, non vi sarà sfuggito in Grey’s Anatomy. Ha infatti interpretato il Dottor Jeson Mayer nella nona stagione ( il tizio che usciva con Jo e che alla fine si è ritrovato quasi morto, picchiato a sangue da lei)

#2 Niklaus ha ispirato il meme “Forever Alone”

#3 Non è la prima volta che Leah Pipes (Camille) ha a che fare con i vampiri. Nel 2001 infatti ( all’età di 13 anni) prese parte ad un episodio di Angel (2×14)

#4 Perché è pieno zeppo di vampiri sexy e sofisticati.  Non c’è nessuna vergogna nell’apprezzare delle creature soprannaturali con dello stile. Sul serio, le scene di lotta e gli effetti speciali in questo show sono un qualcosa d’incredibile.

#5 Per altri Crossover. Ogni volta che c’è la possibilità che Stefan Salvatore o Caroline Forbes possono comparire in un episodio di “ The Originals” decisamente vale la pena guardarlo. Amiamo quando i mondi di Mystic Falls e New Orleans si incontrano.

#6 Se vedi Elijah prendere delle monetine dalla tasca, indossate un giubbotto anti proiettile e un casco. Per sicurezza.

#7 Mai stringere alleanze con streghe oppure con qualche amico vampiro di vecchia data = catastrofe in arrivo.

#8 Perché le streghe sono dannatamente fantastiche. Affascinanti, fiere, potenti, orgogliose, crudeli, vendicative, a tratti un po’ stronze, capaci di raggiungere alte vette di perfidia, ma anche gli stregoni non scherzano.  Il modo semplicemente meraviglioso con cui Vincent Griffith compie gli incantesimi è abbastanza da costringere anche il più tosto ad inchinarsi al suo cospetto.

#9 La psicologia dei personaggi è ben fatta, ognuno ha la propria storia e dei motivi precisi che li hanno fatti diventare quelli che sono. Non sono monodimensionali e per questo che ci incuriosiscono e ci spingono a guardare ed interpretare il loro mondo.

#10 Finn è tornato. Si, Finn è una specie di coglione, ma Casper Zafer non è fichissimo? Ogni episodio in cui Finn è nel suo corpo originale è decisamente un ottimo episodio. In più con il suo ritorno, sembra che i ragazzi Mikaelson siano tutti insieme ma non per molto.

#11 New Orealns, Luisiana cosituisce da sola un motivo. L’arte, la musica, le strade della Big Easy hanno un qualcosa di magico, sono come una calamita ed ogni volta  che i personaggi si aggirano per il French Quarter non possono non sentire la voglia di attraversare lo schermo ed unirci a quell’atmosfera gioiosa ma a tratti mistica e pericolosa.

#12 Le amicizie nello show sono profonde e piene di significato. Che Josh aiuti Davina o che i lupi si coprano le spalle a vicenda, la lealtà è al centro di tutto.

#13 Perché Freya è una tipa speciale. La mossa migliore in queste tre stagioni è quella di aver riportato in vita la sorella Mikaelson perduta da tempo. Specialmente perché è fantastica ed è sempre utile avere una strega dalla propria parte. Ora ha solo bisogno di un ragazzo sexy, adatto a lei, e smetterla di essere rapita in tutti gli episodi.

#14 La mitologia. Non è eccessivamente banale, limitandosi a vampiri e licantropi, ma nemmeno troppo contorta come è capitato per un periodo in The Vampire Diaries.

# 15 è uno spin-off di The Vampire Diaries e quindi rimane un teen drama ma si discosta molto dal genere ed assume sfumature più adulte, più dark, ci sono lotte di potere, alleanze in continua evoluzione ma non mancano momenti che fanno battere cuore agli shipper.

#16 I fratelli Mikaelson. Klaus, Elijah e Rebekah hanno avuto brutti momenti ma sono legati da qualcosa di indistruttibile, sono fortissimi contro tutto e tutti, compreso il resto della loro tragica famiglia. “Always and Forever” è un ottimo motivo per vedere TO

#17 I flashback tra le varie epoche. Ricostruire la vita e i trascorsi di questi millenari vampiri saltando qua e là per le varie epoche è esaltante, soprattutto quando i costumi di scena sono fatti in un modo così accurato e verosimile.

#18 Il rapporto tra Klaus e Marcel. Non un semplice rapporto di amicizia, ma di amore verso un figlio e verso un padre, spesso in competizione tra loro con l’unico obiettivo: provvedere alla sicurezza della propria famiglia.

#19 Quello che rende The Originals uno show che va al di là del semplice teen drama è anche la scelta delle musiche che rispecchia l’esuberante vita e l’importante storia non solo dei nostri personaggi ma anche della città stessa.

Vi consiglio di seguire questa fenomenale serie televisiva non solo per le tortuose vicende ma anche perché il cast e da.. brividi.

Vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un altro articolo. Non mancate!

A cura di Milena Palazzo

Commenti su Facebook
SHARE