Patologie da Serie Tv: Sense8

548

Buongiorno mondo! Oggi è il turno di una serie tv di cui sapete già il nome – data la vostra somma perspicacia – come già ampiamente affermato nel titolo. No, non è una serie storia dell’ottocento, avevo solo voglia di parlare affettato, anche perché ho anche un po’ fame a quest’ora della mattina. Il passaggio logico è molto semplice: linguaggio strano = serie tv strana. Si perché Sense8no, non non parla dell’ottavo senso che ancora non hanno scoperto il settimo – in un certo senso parla dei sensi. Che infelice gioco di parole!

Se sei un appassionato del sci-fi, soprannaturale, di cose improbabili ma realistiche, delle scazzottate, di azione e di suspance allora Sense8 fa per te. Poche sono le certezze: dire che è fantascienza è riduttivo, non c’è una catalogazione efficace per questa serie e sicuramente vi acchiapperà dalla terza puntata. No la prima non è mai quella risolutiva, a parte che per poche serie: Merlin e Mr Robot per esempio – sì dovreste guardarle. Ma non divaghiamo altrimenti i voli pindarici potrebbero diventare voli di linea Milano – Miami.

Ma ecco le cose che non potete non aver pensato dopo aver visto la prima serie.

  1. Meno male che non ho sette fratelli, già uno me ne basta! Se poi dobbiamo stare tutti assieme e tutti separati, ma nello stesso istante, la confusione oltre che la rottura di palle sarebbe frustrante.
  2. Quando avevo domandato: vorrei proprio sapere che cosa c’è nella testa delle donne, mica ero serio eh. Troppa roba, roba strana.
  3. Ma come fanno con la questione della privacy? Avranno firmato un foglio?
  4. Ma che figo sapere fare tante cose! Tipo picchiare quello che ti sta sulle palle facendogli la surprise di aver imparato a scazzottare proprio in quei due secondi in cui eri morto a terra dopo il primo pugno.
  5. Aaa ora si spiegano tante cose: tipo come ho amato nella mia infanzia attori fighi che poi si sono rivelati gay.
  6. Quando dite di avere una ragazza immaginaria ora non dovete più fingere di fare finta. Avete la scusa perfetta. Potete dire: Io sono come Will, lui una ragazza ce l’ha. E la bacia anche se non sono uno in un capo del mondo e uno nell’altro. T’è capid?
  7. Uomini: finalmente potreste capire come ci si sente in quei giorni del mese. Il mistero più grosso del creato dopo “ma la testa dei maschietti è semi -piena o il cervello si è trasferito  definitivamente più in basso?
  8. Lito, mi hai appena dato una probabile scusa perfetta per richiamare la mia ragazza che mi ha mollato da una settimana: “Ueee ueee – non trovo la ciabatta, aiuto! – Uee ueee
  9. Ora avete capito che cos’ha vostra madre quando parla da sola, o forse con le piastrelle, con lo scopettone in mano: in realtà è connessa con un’altra persona che, esperta di pulizia, le dice come lavare il pavimento.
  10. Che ansia: e se mentre faccio la doccia e qualcuno si connette con me?
  11. Tutto molto bello: ma come si spegne sta connessione?
  12. Che belle le scene in cui le persone si innamorano: purtroppo stanno peccando tutti di incesto.
  13. Però in questo modo avremmo risolto le rotture di palle della coppia: quando la tua ragazza comincia a dire “beh allora fai come vuoi, però” puoi fare finta che sia caduta la linea del collegamento telepatico.
  14. Prima puntata: “Fico! No aspetta, dovrei prendere un po’ di fosforo!
  15. Seconda puntata: “Fico! Mi sa che dovrei prendere un po’ più di fosforo!

Se non avete ancora visto Sense8, consigliamo seriamente o sensitivamente questa serie prodotta da Netflix. Questo nuovo pivellino del panorama delle serie tv ci regalerà tante emozioni. Saranno certamente condivise da milioni di utenti anche se non sono nati nello stesso istante. Alla prossima connessione!

a cura di Noemi Sudati, con il contributo straordinario e lo straordinario contenuto di Bianca Vismara.

Commenti su Facebook
SHARE