Patologie da serie tv: Quantico

315

A cura di Milena Palazzo

Quantico è una serie della ABC di genere drammatico/thriller nata nel 2015,  creata da Joshua Safran (coloro che amano il gossip e un po’ di sarcasmo di certo non possono dimenticarsi di Gossip Girl, di cui è stato il produttore esecutivo).

La trama è incentrata su un gruppo di reclute dell’FBI e sul loro addestramento presso la FBI Training Academy a Quantico, Virginia. Sono tutto brillanti e preparati, e sembra impossibile che uno di loro abbia in mente di progettare il più grande attacco terroristico dopo gli attentati dell’11 Settembre 2001. Ad un primo impatto sembrerebbe che uno di loro – a partire dalla protagonista Alex – sia il sospettato di essere la mente del più grande attacco terroristico contro gli Stati Uniti dopo l’11 Settembre. Obiettivo principale: la stazione di New York.

Tanta azione, effetti speciali, spionaggio, inseguimenti, indagini..e molto di più…

Ecco a seguire alcuni punti di Quantico che ci tormentano:

# la prima regola di un agente FBI è che niente e come sembra

# la promessa da mantenere

# una protagonista da mozzafiato

# una serie attenta alle diversità, in quanto uno dei personaggi della serie sia apertamente gay.

# ha le atmosfere di Homeland

# “siamo figli di Shonda Rhimes”. Il pilot va avanti e indietro nella linea temporale, le risposte dell’indagine dell’attacco avranno ripercussioni nel passato dei nostri protagonisti. Ecco perché il meccanismo ci ricorda HTGWM

# L’inizio del pilot rimanda a Grey’s Anatomy. Visto la breve scopata tra la protagonista e un tizio incontrato in aereo. Ma la cosa non finisce li!!

Questi sono solo alcuni punti che ci tormento ma non terminano qui….per saperne di più non mancate alla prossima puntata della midseason finale!!

 

 

Commenti su Facebook
SHARE