OSCAR, ISTRUZIONI PER L’USO

536

A cura di Francesca Bonfanti

Con ancora negli occhi qualche residuo di Polvere di stelle, reduci dalla notte dei Golden Globes siamo arrivati all’annuncio delle candidature per i prossimi Oscar. Il 22 febbraio a Los Angeles l’unico e inimitabile Barney di How I met your mother (che nella vita reale ha un nome, Neil Patrick Harris, per chi non lo sapesse) terrà gli onori di casa, conducendo la premiazione. Nel farlo, siamo sicuri prenderà spunto dalla futura performance sanremese di Carlo Conti. Fantastico.

Ora, con un tono di sussiego e leggera superiorità tipico di chi dettava legge la stagione passata, ma che a sto giro è rimasto a bocca scemi asciutta, vediamo i candidati di quest’anno nelle principali categorie, mentre l’ondata di amarcord in arrivo per La grande bellezza è quotata come una papera di Abate nei derby delle scorse stagioni, cioè scontata.

Fanno incetta di nominations due film in particolare, The Grand Budapest Hotel di Wes Anderson e Birdman di Alejandro González Iñárritu con nove candidature a testa; segue a ruota Imitation Game che, con uno degli Sherlock Holmes più amati di sempre come attore protagonista, Benedict Cumberbatch, racconta la storia del matematico e crittografo Alan Turing.

Ora, capiamo quali film dovrete vedere (o rivedere) per arrivare a febbraio pronti e consapevoli. The nominees are:

Miglior Film

Boyhood

Selma

The Theory of everything

Whiplash

American Sniper

Imitation Game

Birdman

The Grand Budapest Hotel

Miglior attore protagonista
Michael Keaton, Birdman
Benedict Cumberbatch, The Imitation Game
Steve Carell, Foxcatcher
Bradley Cooper, American Sniper
Eddie Redmayne, The Theory of Everything

 Miglior attrice protagonista

Julianne Moore, Still Alice
Reese Witherspoon, Wild
Rosamund Pike, Gone Girl (L’amore bugiardo)
Felicity Jones, The Theory of Everything (La teoria del tutto)
Marion Cotillard, Deux jours, une nuit (Due giorni, una notte)

Miglior attore non protagonista
J.K. Simmons, Whiplash
Edward Norton, Birdman
Mark Ruffalo, Foxcatcher
Ethan Hawke, Boyhood
Robert Duvall, The Judge

 Miglior attrice non protagonista

Patricia Arquette, Boyhood
Emma Stone, Birdman
Meryl Streep, Into The Woods
Keira Knightley, The Imitation Game
Laura Dern, Wild

 Miglior regia

Richard Linklater, Boyhood
Alejandro Gonzalez Inarritu, Birdman
Wes Anderson, The Grand Budapest Hotel
Bennett Miller, Foxcatcher
Morten Tyldum, The Imitation Game

 Miglior film straniero

Ida (Polonia)
Tangerine Mandarin (Estonia)
Leviathan (Russia)
Timbukty (Mauritania)
Wild Tales (Argentina)

 Miglior film d’animazione

Big Hero 6
How to Train Your Dragon 2 (Dragon Trainer 2)
The Boxtrolls – Le scatole magiche
Song of the Sea
The Tail of the Princess Kaguya

 Se in tutto questo, vi state chiedendo dove sia Interstellar di Christoper Nolan, lo ritroverete candidato in cinque categorie, ma non tra quelle che ci si sarebbe aspettati: Miglior scenografia, Miglior colonna sonora, Migliori effetti speciali, Miglior sonoro, Miglior montaggio sonoro.

Torniamo, in chiusura, sull’essere rimasti “quasi” a bocca asciutta: unica italiana in nomination quest’anno è una veterana degli Oscar, Milena Canonero. Con già all’attivo tre statuette per i Migliori costumi (Barry Lyndon; Momenti di gloria; Maria Antonietta) è in gara con The Grand Budapest di Anderson. Che quel fantastico viola melanzana porti tanta tanta m…

Commenti su Facebook