La nuova rubrica di arte: Les amis de la Société anonyme des artistes

402

15 aprile 1874, Boulevard des Capucines, Parigi. Una data, un luogo apparentemente neutro e un gruppo di quindici amici. In quel giorno banale e monotono per molti parigini, nasceva per alcuni di loro la Societè anonyme des artistes, nascevano gli Impressionisti. Un movimento artistico come un altro? I mantra per gli amanti dell’arte? O dei Rivoluzionari? Noi di Art for the Art’s sake pensiamo che Monet, Renoir e gli amici dei rivoluzionari lo fossero davvero, perché grazie alla loro “Società anonima” l’arte e gli artisti hanno cominciato ad assumere un ruolo e una voce così forte da essere in grado di lasciare segni indelebili nel presente. La nostra rubrica, dal nome ambizioso e appassionato, parte da qui: da come i giorni, i mesi e gli anni, i piccoli avvenimenti di ogni giorno abbiano permesso all’arte di continuare ad essere una RIVOLUZIONE.

Racconteremo di quella volta in cui Modigliani decise di traslocare il suo studio da Montparnasse a Montmartre o di quando Gaudi camminando verso la sua amata Sagrada Familia, rischiò di essere investito e nel mentre ebbe un’ illuminazione che lo portò a mutare il suo progetto iniziale e di molti altri ancora… e lo faremo tentando di rispondere allo stesso interrogativo: Oggi che cosa rimane di quel glorioso ieri?”

a cura della redazione di arte

Commenti su Facebook
SHARE