There is no today,
‘cause everythingturns to dust
There’s no need to pray
the future comestoo fast
Nostalgia – Vikowski
(from “Beyond The Skyline”, 2017)

Biografia:“Vikowski è minimale, nostalgico, profondo, pop. Vikowski ama il pianoforte, i sintetizzatori, il mare ed il gelato”.
Nella primavera 2015 autoproduce un demo di 3 brani che pubblica poi nel settembre del 2015 su Soundcloud. Tra l’estate 2015 e quella del 2016 si esibisce in una trentina di concerti, portando la sua musica in giro per l’Italia e all’est Europa.
Semifinalista al PendingLips Festival 2016, entra a far parte della famiglia Costello’s e, ad ottobre 2016, si chiude in studio per registrare il suo disco d’esordio Beyond The Skyline con Fabio Grande de I Quartieri (Mai Stato Altrove, Joe Victor, The Shalalalas, esce il 31.03.17 per Costello’s Record).

Beyond The Skyline – recensione:Vikowski è un mondo armonico che racchiude mille sfaccettature: un lato più classico ma allo stesso tempo moderno, rappresentato dalle parentesi di apertura (Lovers in P., singolo estratto dall’album) e chiusura (End Of June, unica traccia interamente strumentale) del lavoro discografico. Il protagonista assoluto è il pianoforte. Negli altri brani del disco, invece, emerge un lato diverso, più contemporaneo, con un uso prevalente dei sintetizzatori e un sound che guarda oltre i confini nazionali con la sua indietronica e il suo indie pop. Nel mondo di Vikowski c’è anche nostalgia (come il titolo di una sua canzone), c’è l’essenzialità testuale che schiettamente esprime un contenuto, un sentimento sinceramente provato senza girarci troppo intorno e, last butnotleast, una voce bassa in certi punti fortemente penetrante, capace di amalgamarsi a pieno tra i suoni proposti e allo stesso tempo di essere distintiva.
Come chiaramente vuole richiamare il titolo e la copertina dell’album (uno squarcio blu che taglia il nero più profondo), Vikowski invita a guardare oltre l’ostacolo, oltre quella fittizia linea che delimita ciò che riusciamo a vedere. Per questo motivo, è un album che racconta storie di vita, di sentimenti, di difficoltà, di sogni e illusioni. Ma c’è sempre una luce in fondo al buio.
Consiglio di ascoltare in particolare Drops e My Old Friend.

Tracklist:
01. Lovers In P.
02. Drops
03. Ninety-Two
04. Frankfurt
05. My Old Friend
06. The Beat YouNeed
07. Nostalgia
08. End Of June

Contatti:
Facebook
Soundcloud
youtube

A cura di Francesco Di Mento

Commenti su Facebook
SHARE