Il new artist di questa settimana è il collettivo Mr. Everett con il suo EP d’esordio UMAN.

Biografia: Mr Everett è un progetto dall’identità collettiva creato nel 2015 dalle menti di quattro ragazzi con base a Bologna. Nell’arco degli ultimi due anni hanno portato Rupert e il suo mondo in giro per tutta l’Italia: da Milano a Bari, passando per alcuni dei locali e festival più importanti della Penisola.

Il concept che sta dietro al progetto ruota attorno alla storia del cyborg Rupert e dei suoi compagni Mr Owl, Mr Fox e Mr Bear, che lo ritrovano perso e senza memoria e lo riaccompagnano per mano nella scoperta di sé e del mondo che lo circonda, per riportarlo infine nella sua dimensione. Nel corso del tempo il progetto ha inglobato delle figure professionali che hanno curato diversi aspetti del progetto: dalla visual direction di Anna Paladini, alle coreografie di Mario Cocetti, ai visual realizzati da Alessio Tosoni. Un lavoro che aggiunge progressivamente nuovi tasselli al quadro generale, che vuole essere un’esperienza audiovisiva e sensoriale totale e immersiva a 360°. Mr Everett è un progetto da vedere e vivere live, da toccare con mano: l’interazione tra il cyborg Rupert e il pubblico è infatti uno degli elementi più forti e coinvolgenti dell’esibizione. Dopo alcune tracce pubblicate su Soundcloud, il loro EP UMAN è la loro prima release ufficiale, in uscita a novembre 2017 per l’etichetta Collettivo HMCF. UMAN è il primo dei due capitoli che andranno a comporre l’album UMANIMAL, previsto per la primavera del 2018.

UMAN – Recensione: L’EP d’esordio dei Mr Everett si presenta come un’ottima fusione tra electropop ed EDM, la quale per non si limita a creare una situazione mono-direzionale dove c’è chi suona e chi ascolta e balla. UMAN punta ad andare oltre. Tramite l’utilizzo della commistione tra tecnologia e umanità i Mr Everett riescono a toccare corde dell’emotività che altrimenti non sarebbero raggiungibili. Il loro sound futuristico e l’utilizzo del cyborg non contrastano con le emozioni, potremmo dire, biologiche, ma creando una sorta di spirale ne circumnavigano i confini fino a raggiungerne il vero cuore. Un percorso che magari un umano non riuscirebbe a fare, ma che Rupert, nel suo essere robot, non può fare a meno di percorrere, affinché trovi l’equilibrio nel suo dualismo tra ingranaggi e sentimenti.

Degna di nota è anche l’estrema abilità tecnica dei Mr Everett che ci regalano in UMAN un perfetto e geniale mash-up tra Crystallised dei The XX e di Wicked Game di Chris Isaac.

Tracklist

  1. Japanese Safari
  2. Be You
  3. Wicked Game x Crystallised
  4. Twins
  5. Rollercoaster

Contatti:
Facebook
Instagram
YouTube

A cura di Andrea Predieri

Commenti su Facebook
SHARE