Biografia: I 47SOUL sono quattro ragazzi arabi che arrivano dalla Giordania e dalla Palestina. Si definiscono un gruppo electro-hip-hop caratterizzato da una musica altamente emotiva e coinvolgente che rispecchia il vissuto personale dei suoi membri.

Il loro marchio di fabbrica è il cosiddetto Shamstep, un mix fra hip-hop e pop, dabke palestinese e choubi iracheno. Un mélange di lingua araba e inglese, di tradizione araba espressa dal sound elettronico delle basi musicali.

Al di là della loro influenza musicale, 47SOUL è rinomata per dare voce a temi sociali – il nome stesso della band è un’allusione all’occupazione della Palestina.

Per The Guardian i 47SOUL sono tra le band su cui puntare nel 2018.

I 47SOUL sono rispettivamente:
Walaa Sbait, voce, davul
Z The People, voce, keys, electronics
El Far3i, voce/MC, percussioni
El Jehaz, voce, chitarra, electronics

47Soul

BALFRON PROMISE: è il loro primo album, che dopo una permanenza della band di 3 anni a Londra, uscirà per Cooking Viny/Edel il 2 febbraio.

Il titolo fa riferimento alla Dichiarazione di Balfour, mentre il contenuto delle canzoni fa riferimento ai tratti somiglianti di parti del mondo che siamo portati a considerare come terre lontane. Il loro è, in questo senso, un progetto volto ad accorciare le distanze tra le realtà esistenti e cercare di trovare un punto di contatto.

In quest’album è forte la presenza dello Shamstep (nome del primo singolo), mix da loro stessi creato, che riesce ad evocare paesaggi emotivi molto forti, grazie anche al contributo delle note rock sullo sfondo.

I loro testi raccontano spesso storie di oppressione e gli sforzi di persone normali per combatterla, non solo in Medio Oriente ma in tutto il mondo.

Socialmente attuale e liricamente astuto, BALFRON PROMISE ha una promessa: il loro futuro non sarà scritto da nessuno se non da se stessi.

TRACKLIST: 

  1. MACHINA
  2. MOVED AROUND
  3. MO LIGHT
  4. GAMAR
  5. LOCKED UP SHOP
  6. SABAH
  7. MARKED SAFE
  8. GHAZAL (Promised Outro)

A cura di Elisa Zampini

Commenti su Facebook
SHARE