Ieri sera, 1 dicembre, per chi è passato dal Magnolia, al live dei MaDe DoPo – Management del Dolore Post-Operatorio – ha sicuramente vissuto un incubo stupendo.

Ultimo live per i ragazzi di Lanciano, che ci annunciano così una pausa di circa un anno; sentiremo sicuramente la loro mancanza dopo il concerto esplosivo di ieri, carico di adrenalina ed energia come solo loro sanno fare. Quasi un’esperienza mistica, accompagnata da una benedizione dopo l’altra, da comizi per conto del rock e omelie in nome di James Brown, annegiando all’amore puro, selvaggio quasi primordiale e alla gioia del vivere male.

D’altro canto sono dei ragazzi irriverenti, incoerenti, che vogliono solo divertirsi e fare divertire. Non sono mancate però le sorprese e i guests: primo tra tutti Riccardo Zanotti dei Pinguini Tattici Nucleari, poi Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale e ultimo, ma non meno importante, Matteo Mobrici dei Canova.
Nel complesso il feeling con il pubblico è stato palpabile, non solo a livello sensoriale o extrasensoriale ma, soprattutto a livello fisico, visto qualche stage diving e altro, come il tentativo, per altro riuscito, di una ragazza, di sgattaiolare sul palco.

A cura e foto di Silvia Macini

 

Commenti su Facebook
SHARE