Come arriva novembre, il nostro unico desiderio è quello di rimanere a casa, sotto al piumino, a leggere un bel libro con una tazza calda di tè in mano. Ma no, niente da fare, la terza settimana di novembre è consuetudine che siano i nostri stessi libri a portarci fuori casa, a condurci libro nella mano per le strade della città con Bookcity Milano 2017.

Giovedì 16 novembre, fino a domenica 19, torna Bookcity, l’evento culturale milanese per eccellenza, quello che potrebbe definirsi il ‘festival dei libri’, che come ogni anno invade la città. In questa edizione di Bookcity Milano 2017 le candelina sulla torta sono arrivate a sei.

Questa volta, però, invade la città con una consapevolezza maggiore, a seguito della nomina di Milano come città creativa UNESCO per la letteratura. Questo riconoscimento internazionale trova come prima tra le varie motivazioni proprio la manifestazione di Bookcity, seguita da Tempo di libri.

Sul sito dell’associazione che ha candidato Milano, MiLit, si può leggere una magnifica dichiarazione d’amore alla città, a partire dal suo involucro di strati ed identità differenti, fino ad arrivare al suo cuore pulsante, quello che ha ispirato, e che ancora ispira, centinaia di autori all’impresa letteraria. “Milano è sempre stata una città di scrittori e lettori”. “Milano attrae, nutre e mobilita i giovani talenti”: la via creativa è la soluzione all’anonimato della realtà dell’agglomerazione urbana, è ciò che conferisce alla città quella “modernità vivace”.

Quest’anno Bookcity Milano 2017 inizia con una festa, giovedì 16 novembre a partire dalle 18 siete tutti invitati alla vostra libreria di fiducia (potete consultare sul sito le librerie aderenti), dove in veste informale si potranno discutere in anteprima dei temi, incontri e idee che animeranno Milano nei giorni successivi.
Un’ulteriore novità di quest’anno è “Bookcity nelle case”, ovvero la possibilità da parte dei milanesi di aprire le proprie case a gruppi di discussione di classici, al fine di riunire un gruppo di persone per creare una comunità. Il luogo dell’evento rimane segreto ed indicizzato con la zona fino a quando non ci si registra: ad esempio, Giovedì 16 novembre alle ore 17:30 in Zona San Vittore si terrà il gruppo di discussione su La macchia umana di Roth.
Come ogni anno, ci siamo noi a salvarvi e tra la moltitudine di eventi proposti nel programma ufficiale, abbiamo scelto quelli più imperdibili, quelli più radical chic, insomma quelli in cui sappiamo che potremmo incontrarvi.

Giovedì 16 novembre:

– Dalle ore 10 fino al 22 novembre: “Salottino del libro usato”, mercatino di libri di seconda mano, alcuni provenienti dalla biblioteca dell’università @ Università Cattolica del Sacro Cuore

– Ore 10:30: “Inaugurazione del progetto illustrativo de La Lettura” @ Triennale

– Ore 18:30: “Bukowski night: reading, cinema e letteratura” @ La Feltrinelli Duomo

Venerdì 17 novembre:

– Ore 17: “#bookbreakfast” con Petunia Ollister, la bookblogger @ Triennale (qui la nostra intervista a Petunia )

– Ore 18: “La Milano underground” @ Angolo via Cantù

– Ore 19:30: “La mia finta vita reale” Teresa Ciabatti, autrice de “La più amata”, secondo al premio Strega 2017, si racconta @ Triennale (qui la nostra recensione )

– Ore 20: “Sulla felicità, nonostante tutto” Marc Augé, celebre antropologo dei luoghi comuni, intervistato da Daria Bignardi @ Teatro dal verme

– Ore 21: “La leggendaria fotografa Gerda Taro” @ Frigoriferi Milanesi (dell’artista ne abbiamo parlato qui nella nostra rubrica settimanale in cui esploriamo in ogni appuntamento un artista differente)

Sabato 18 novembre:

– Ore 10:30: “Emilio Isgrò: storia di una cancellatura”, in presenza dell’artista @ Triennale

– Ore 14: “Le anime di San Pietroburgo” Jan Brokken @ Triennale

– Ore 15: “Kurt Vonnegut oltre il genere” @ Civica Scuola interpreti

– Ore 16: “Le tre del mattino” presentazione del nuovo libro di Carofiglio @ Triennale (qui la nostra recensione del saggio “Con parole precise”)

– Ore 18:30: “Da Neuland al condominio di Tre piani” Eshkol Nevo, l’autore israeliano, racconta la sua opera @ Corriere via Balzan (qui la nostra recensione di “Tre piani” )

– Dalle 18 fino alla domenica: “Le voci della città”: maratona di lettura delle Lettere luterane di Pasolini @ Via Tortona 58

Domenica 19 novembre:

– Ore 11: “Tutto il bene dei classici: Il libro che mi ha cambiato il mondo” autori ed editori raccontano il loro classico preferito @ Teatro Parenti

– Ore 16: “Il giro dell’Islanda in 60 leggende” un viaggio sui generis firmato Iperborea @ Teatro Franco Parenti

– Ore 16:30: “Un giorno queste passioni ti saranno utili” con l’autore Peter Cameron @ MUDEC

– Ore 16:30: “Si può ancora parlare di valori nella post-modernità?” @ Circo Filologico Milanese

– Ore 21:30 “Di amori, viaggi e passioni” con Marina Pierri, giornalista per innumevoli testate, tra cui Wired, e Francesco Monaco @ Tongs Bar

Dunque, a quale rassegna di Bookcity Milano 2017 vi troveremo?

A cura di Francesca Faccani

Commenti su Facebook
SHARE