Il giovedì sul divano: Latin Lover

257

Ben ritrovati voxiani, speriamo che le vacanze di Pasqua siano andate bene, e che abbiate avuto la possibilità di vedere tanti bellissimi film.

Questo giovedì vi suggeriamo una commedia italiana, firmata da Cristina Comencini: Latin Lover. Una storia costruita su equivoci, legami (non sempre desiderati) e sulla cosa che amiamo di più: il cinema.

Uscito postumo la morte di Virna Lisi, questo film è stato un degno (quanto inconsapevole) addio dell’attrice al mondo del cinema.

Regole per la visione:

  1. Le famiglie non sono perfette, questo film lo dimostra perfettamente.
  2. Imparate che ci sono volte in cui scoprire un segreto può farvi soffrire,  ed altre in cui può convincervi a cambiare vita.
  3. Cercate di riconoscere tutti i film implicitamente citati  dalla regista. Per voi cinefili sarà un gioco da ragazzi.

Citazione preferita:

Se vuoi fare l’attore non devi sapere esattamente chi sei.

Saverio

La storia si apre con un’insolita riunione di famiglia organizzata per il decennale della morte dell’attore Saverio Crispo (Francesco Scianna). In una splendida villa nelle campagne pugliesi, si riuniscono Rita (Virna Lisi) e Ramona (Marisa Paredes): le due mogli dell’attore e le sue quattro (?) figlie: Susanna (Angela Finocchiaro), Stéphanie (Valeria Bruni Tedeschi), Segunda (Candela Peña) e Solveig (Pihla Viitala); tutte in ansia e indispettite dalla non molto allegra brigata che si viene a formare per la prima volta dopo molti anni. Le sei donne sono costrette a partecipare ad una serie di eventi che la piccola città d’origine dell’attore ha organizzato in sua memoria. Tra vecchi e nuovi rancori si snoderanno le vicende delle attrici e si celebrerà il grande cinema italiano, da noi mitizzato, ma che portava dentro di sé attori fragili e umani proprio come tutti, se non un po’ di più. Alla fine le protagoniste impareranno molto di loro stesse e del loro passato che permetterà a ciascuna di migliorare la propria vita.

Ps. La scena finale è deliziosa, guai a voi se non guardate tutto il film.

Siamo sicuri che apprezzerete questa storia quanto l’abbiamo apprezzata noi, per cui vi diamo appuntamento a giovedì prossimo per nuovi consigli.

a cura di Caterina Palazzo

Commenti su Facebook
SHARE