ERASMO TI TROVA CASA!

525

A cura di Giacomo Azzolina e Jgor Ognibeni

Partire per l’Erasmus o una internship all’estero è super eccitante.
La gioia per la partenza imminente di frequente viene però offuscata da problemi elementari, derivanti dal dover abbandonare, seppur temporaneamente, la propria “tana” abituale.
Non solo c’è il problema di subaffittare la propria stanza a un degno sostituto, che preservi intatta la nostra adorata dimora, ma a questo si aggiunge anche la necessità di trovare una sistemazione all’estero. Inutile dire che tutto ciò può diventare un vero e proprio incubo.
Quel che è certo è che le difficoltà spesso si rivelano insormontabili, tanto da costringere addirittura all’abbandono del programma di scambio da parte dello studente, con la perdita definitiva di una importante chance di studio o lavorativa.

Ad oggi, le soluzioni solitamente erano due: una era che l’università/impresa ospitante offrisse allo studente in arrivo una sistemazione presso le proprie strutture. Una scelta economicamente vantaggiosa, che presentava però il fisiologico problema della scarsità di stanze a disposizione.
La seconda soluzione vedeva invece lo studente costretto ad arrangiarsi. Pur agendo in autonomia, sussisteva sempre il rischio di dover operare all’interno di un mercato estero, privo di riferimenti e dai costi non sempre accessibili per un normale privato.
Se anche voi state per partire e cercate una soluzione valida per la vostra sistemazione, non possiamo non parlarvi della splendida realtà di HousingAnywhere.com: una vera e propria “impresa Erasmus” che ha come obiettivo quello di risolvere il problema della sistemazione per gli studenti che devono affrontare una esperienza all’estero.

Abbiamo incontrato per voi Niels van Deuren e Giuseppe Amoruso, rispettivamente CEO e Country Manager Italia di HousingAnywhere.com, di passaggio a Milano, i quali ci hanno spiegato in una rapida chiaccherata in cosa consiste HousingAnywhere.com.

Benvenuti a Milano! Potete spiegare ai nostri lettori che cos’è “HousingAnywhere.com” e cosa lo caratterizza?

HousingAnywhere.com è fondamentalmente una piattaforma web che intende mettere in contatto gli studenti che devono partire per un’esperienza all’estero, e quindi devono lasciare temporaneamente la propria abitazione, con quelli che per lo stesso motivo devono invece cercare una stanza in un paese diverso.
Il funzionamento del servizio è semplice: la piattaforma permette ai primi di offrire la propria stanza ai secondi, attraverso un sito web con un interfaccia e un funzionamento molto inuitivi.
Gli studenti possono decidere il prezzo per la propria stanza e chi è interessato all’annuncio può confrontarlo con gli altri e procedere alla prenotazione direttamente dal sito.
E’ importante sottolineare che il costo del servizio, diversamente da altri siti o agenzie varie, non ricade mai sulle tasche degli studenti: questo viene coperto infatti dagli enti ospitanti. I prezzi così sono e rimangano assolutamente accessibli.
Per quanto concerne le Università e gli enti partner del servizio, questi garantiscono sostanzialmente l’attendibilità degli annunci e contribuiscono al mantenimento del servizio.

La storia di HousingAnywhere.com assomiglia molto alla storia di tante imprese poi divenute dei giganti: una esperienza personale che, condivisa, diventa una soluzione concreta per un problema collettivo. Ci potete dire di più?

E’ proprio così! Nel 2009 Niels doveva partire per Singapore, per una internship, e si è trovato in seria difficoltà a trovare là una sistemazione adeguata, oltre a dover affrontare il problema di dover cercare qualcuno che occupasse temporaneamente la sua camera a Rotterdam.
Tutto sarebbe stato più semplice se l’ente dal quale proveniva e quello ospitante avessero messo in contatto gli studenti che partivano con quelli in arrivo, così che trovare una sistemazione temporanea sarebbe stato quasi automatico: capito questo, Niels aveva trovato la soluzione del problema! Affinché fosse possibile tale contatto, però, sarebbe stato necessario creare la “piazza giusta” nel quale far incontrare domanda e l’offerta oltre agli enti di riferimento, garantendo agli interessati l’attendibilità delle offerte ed un sistema di gestione semplice, intuitivo e sicuro.
Da lì a poco sarebbe nato il portale di HousingAnywhere.com.

Il sistema sarebbe stato utilizzato dai compagni di classe di Niels, per poi diventare un progetto “incubato” all’interno della stessa Università di Rotterdam, divenendo in breve tempo una startup commerciale e diffondendosi in numerose altre Università olandesi. Da lì in poi una rapida espansione, che ora vi porta in Italia, giusto?

Esattamente, sono 90 le Università che hanno aderito al nostro servizio, le quali sono diffuse in 21 diversi Stati, sia dell’Europa che al di fuori dall’Unione. Puntiamo ovviamente a diffonderci sempre di più, anche in altri paesi e continenti.

L’internazionalità è qualcosa che vi caratterizza anche all’interno?

La nostra realtà è proprio costruita intorno all’internazionalità: solo chi conosce i problemi del proprio sistema sa trovare anche le soluzioni adatte! Per questo il nostro team è formato principalmente da giovani tra i 20 e i 25 anni, provenienti da più di 17 paesi differenti, tra cui anche l’Italia, i quali condividono tutti l’esperienza di un programma di scambio all’estero e quindi sanno quali sono le principali difficoltà che uno studente in partenza incontra.

Un servizio fatto da studenti per gli studenti, splendido! Ci avete raccontato anche che HousingAnywhere.com offre delle opportunità per coloro che interessati alla vostra realtà. Potete approfondire?

Si, stiamo cercando persone interessate a supportarci a livello locale, tramite il nostro programma “Student Ambassador”. Potete trovare tutte le informazioni sul nostro sito.
Naturalmente, se siete in procinto di partire per l’Erasmus, date un’occhiata al portale, perchè potrebbe davvero esservi di grande aiuto!
Potete trovare il sito di HousingAnywhere.com all’indirizzo: www.housinganywhere.com

Commenti su Facebook