EARTH DAY ITALIA 2015

491

A cura di Teresa Bottai

A quattro anni di distanza dall’edizione 2011, la 45° edizione del concerto Earth Day sarà ospitata nella splendida location di Villa Borghese, dove è stato allestito il Villaggio per la Terra. Anche quest’anno musica ed arte sono gli strumenti utilizzati per accendere i riflettori sulle questioni ambientali. In particolare, i concerti musicali sono uno strumento privilegiato da Earth Day Italia per la sensibilizzazione sulle tematiche ambientali. Infatti dal 2008 sono tanti gli ospiti, nazionali e internazionali, che sono saliti sul palco.

Quest’anno la Giornata Mondiale della Terra è in programma per il 22 Aprile, ma già dal prossimo week-end (sabato 18 e domenica 19), al Galoppatoio di Villa Borghese sono previste attività e manifestazioni all’insegna della musica e dell’arte. Testimonial dell’ Earth Day Italia sarà Dolcenera, che si esibirà sul palco domani alle 21.30. Sul palco saranno presenti anche artisti provenienti dalle più diverse culture musicali a testimonianza del fatto che l’impegno della terra è un impegno di tutti. Domenica 19, invece, salirà sul palco Dee Dee Bridgewater, come ambasciatrice di buona volontà della FAO.

Il panorama musicale non si esaurisce con i due nomi di punta della manifestazione, ma comprende tra gli altri il finalista di Forte Forte Forte, Marco Martinelli, che condurrà la manifestazione, Piotta, che presenterà il suo nuovo singolo, Niccolò Agliardi, Frankie Hi-Nrg mc, Adriano Bono & The Reggae Circus, e Bamboo.

Si parte domani alle 17 con la proiezione del documentario, realizzato da Marco Spagnoli e intitolato “Walt Disney e l’Italia – Una storia d’amore”, a cui seguiranno le esibizioni di alcuni ospiti. Domenica 19 aprile verrà proiettato alle 17:30 il cartone animato, prodotto da Play Entertainment per Unicef Italia, intitolato “Elfoodz”, a cui seguirà la proiezione di “The Hive, La Casa delle Api”. Alle 18.00 sarà la volta delle esibizioni musicali di Bamboo, Adriano Bono & The Reggae Circus, Dee Dee Bridgewater e di Niccolò Agliardi.

L’Heart Day è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per la celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. Questa giornata è stata fortemente voluta dal senatore statunitense Gaylord Nelson e promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy, e coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo. L’Heart Day prese definitivamente forma nel 1969 a seguito del disastro ambientale causato dalla fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oi a largo di Santa Barbara, in California, a seguito del quale il Senatore Nelson decise fosse giunto il momento di portare le questioni ambientali all’attenzione dell’opinione pubblica e del mondo politico.

Le Nazioni Unite celebrano ogni anno l’Heart Day un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile. Anche quest’anno, la Giornata della Terra verrà celebrata con molte iniziative in tutta la Penisola per sensibilizzare quante più persone possibile.

 

 

Commenti su Facebook