Venerdì 12 gennaio, giunto alla sua settima edizione, nella suggestiva cornice della sala delle colonne del Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, si è tenuto l’evento didattico di fine corso progettato e interamente autoprodotto dagli studenti del corso di “Turismo Culturale e Sviluppo del Territorio” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, curato dal professor Giovanni Bozzetti.

Quest’anno, l’obiettivo del Design4MI è stato la consacrazione di Milano quale “capitale del design”, attraverso la realizzazione di una mappa digitale interattiva dei luoghi più significativi del design a Milano.

Il Design difende la sua importanza come uno dei settori di maggior successo per l’Italia, come risulta dagli ultimi rapporti realizzati dalla Fondazione Symbola, e si posiziona secondo tra le grandi economie europee con i suoi 4,4 miliardi di euro di fatturato. Il cuore di questo mercato è proprio la città di Milano, nella quale hanno sede un quarto delle imprese del Design nazionale. A dimostrazione di ciò, esistono prestigiosi premi come il compasso d’oro promosso dall’ADI e manifestazioni di calibro internazionale, in primis Il Salone del Mobile.

Vi è inoltre un aumento notevole degli studenti che decidono di iscriversi a corsi o scuole di design, registrando un +7%, grazie anche all’elevata offerta formativa specializzante presente sul territorio milanese.

Con Milano come “capitale del design”, l’Italia ottiene un riconoscimento a livello internazionale in questo ambito ed è da qui che Design4MI si realizza con l’obiettivo di valorizzare la città, quale realtà fortemente legata al Design e all’innovazione nel settore. 

«La ricerca universitaria che abbiamo condotto in collaborazione con gli studenti del corso di Scenografie di Luce del Politecnico di Milano, curato dall’Architetto Gianni Ravelli, evidenzia la poliedricità del settore del design, che si conferma essere una delle eccellenze culturali del nostro Paese e che con questa mappa vogliamo valorizzare Milano quale Capitale del Design tutto l’anno e non solo durante il Salone del Mobile», commenta Giovanni Bozzetti, ideatore dell’iniziativa didattica.

Milano, così, sceglie di sviluppare il settore del design con un potenziale interesse turistico culturale. Sono stati censiti, infatti, oltre 500 luoghi del design, da cui è scaturita una selezione di 354 siti appartenenti a svariate categorie, dal food alla moda, dai luoghi di cultura a quelli di formazione, dalle strutture ricettive ai luoghi dello shopping. Ciò dimostra che il design può essere declinato in svariate forme, favorendo le contaminazioni creative.

La presentazione ufficiale della mappa del design, con la pubblicazione online sul sito web www.design4mi.it, ha permesso il coinvolgimento in un design talk di alcuni rappresentanti delle istituzioni, quali l’Assessore Regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea, l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, Simonpaolo Buongiardino, Vice Presidente di Unione Confcommercio Milano, Fiorenzo Galli, Direttore del Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci.

Ad affiancarli sono stati anche rappresentanti del mondo del Design e dell’Arte, quali Gilda Bojardi, Direttrice di Interni Magazine e anima del Fuorisalone e Rita Airaghi, Direttore della Fondazione Gianfranco Ferré (che ha concesso in prestito un abito della collezione per l’esposizione durante l’evento). Ospite della serata anche la show-girl Ludmilla Radchenko, le cui creazioni “pop-art”, insieme alle opere di Cracking Art, hanno trasformato il Museo della Scienza in un’esplosione di colore ed energia.

L’evento è stato caratterizzato da numerosi spettacoli che, grazie all’interazione tra musicisti, acrobati e installazioni artistiche, hanno concesso al pubblico di sperimentare e conoscere più da vicino il mondo immersivo del design.

A cura di Elisa Zampini

Commenti su Facebook
SHARE