New Artist: Charlie’s Stripe

570

I New Artist di questa settimana vengono da Domodossola e si chiamano Charlie’s Stripe.

Biografia: I Charlie’s Stripe prendono vita nel 2014 a Domodossola, quando Luca Dellapiazza e Nico Cappini, già compagni di scuola da ragazzini, trovano in Luca Cirillo e Carlo Moretti gli altri due angoli per chiudere il quadrato.
Fin dal primo live al Pirates of Rock, festival musicale ossolano sito in Valle Vigezzo, il quartetto emerge per vitalità ed energia sul palco, caratteristiche che, insieme al “Blu Charlie” che tinge i vestiti della band, diventano presto elementi caratterizzanti del gruppo.
La loro musica si contraddistingue per la natura indie-rock sostanzialmente influenzata dalla cultura Mod Revival dei primi anni ’80. Le loro sonorità spaziano da ritornelli melodici molto pop a ritmi incalzanti che sfiorano quasi il punk.
Con l’arrivo del 2016 la band ossolana si ritira in studio per registrare il proprio primo EP: “Follow the Stripe”, pubblicato per Leopard Records il 23 Aprile 2016, seguendo di un mese esatto l’uscita del singolo “Fuckin’ Water”. Il disco viene accompagnato da un release party presso La Loggia del Leopardo, suonando di supporto ai Labradors di Milano.
L’uscita dell’EP viene affiancata dalla pubblicazione del secondo singolo, nonché primo videoclip “Wanna Love”. Sia il brano che l’intero “Follow the Stripe” ricevono ottimi giudizi dalla stampa di settore, intanto i Charlies continuano a portare la loro musica di palco in palco, fino al primo posto assoluto vinto in occassione del We Wanna Rock, il contest ufficiale del Rock’n’Roll di Rho.

Follow The Stripe – recensione:
Follow The Stripe è un concentrato di indie-rock che si muove su e giù come una striscia a zig-zag, abbracciando ora il pop, ora il punk dei primi anni ’80.
Presentato il 23 aprile 2016 in occasione del release party alla Loggia del Leopardo, il CD viene stampato per l’etichetta indipendente ossolana Leopard Records.
Follow the Stripe riceve fin da subito giudizi positivi dalla stampa di settore, viene nominato tra i migliori dischi italiani del 2016 da Antonio “Tony Face” Baciocchi (Not Moving, Link Quartet, nonché precursore della scena mod italiana, produttore e scrittore) e si posiziona 15° sugli oltre 2000 album presenti nella Popolarissima, una speciale classifica di Rockit.it dove i lettori della webzine sono chiamati a votare i migliori album del 2016.
Cinque traccie da ascoltare, ballare e cantare seguendo la striscia verso il prossimo disco.

Tracklist:

  1. Sailing Ship
  2. Fuckin’ Water
  3. Crawling Back To You
  4. Wanna Love
  5. S.M.I.L.E.

Componenti:
Luca Dellapiazza – Voce
Nico Cappini – Chitarra
Carlo Moretti – Basso
Luca Cirillo – Batteria

Contatti:
Facebook
Soundcloud
YouTube

A cura di Giuseppe Giovine

Commenti su Facebook
SHARE