BOOMBOX MEETS…MASSARONI PIANOFORTI

709

VENDESI Cantautore (Vol.II)

A cura di Paolo Loreto

Si chiama Gianluca, viene da Voghera ed è uscito con il suo album Non date il Salame ai Corvi, nato dall’esperienza con Musicraiser che potete trovare QUI.
Ha scelto lo pseudonimo artistico di Massaroni Pianoforti, nome del negozio di musica di famiglia.

Gianluca, prima di tutto volevo farti i complimenti per la canzone “La dama bianca”.
Allora, com’è andata la collaborazione con Giovanni Gulino per la produzione di “Non date il Salame ai Corvi”? Cosa è cambiato dal tuo ultimo lavoro?

Molte delle canzoni che scrivo nascono da una ispirazione iniziale ma nel caso de La Dama Bianca parlerei più di “inspirazione” e ti ringraziamo entrambi. Sta andando bene anche se a piccoli passi ma sempre in avanti e Gulino è una persona molto sensibile, artisticamente aperta e sicuramente sa come muoversi in questo ambiente non sempre ricettivo e lungimirante per quanto riguardano le nuove proposte su cui investire attenzioni. Dall’ultimo lavoro L’Amore Altrove del 2009 è cambiato innanzi tutto il mio nome, che ho volutamente perso per strada ma in linea di massima il mio fine è sempre quello di esplorare nuove canzoni a prescindere da chi le produce o le produrrà in futuro. Certamente, i vestiti che ho messo, insieme agli arrangiatori Maurizio D’Aniello e Cesare Malfatti (La Crus), ai brani di questo disco li sento più vicini al mio sentire rispetto all’altro disco dove avevo poca voce in capitolo sia per gli arrangiamenti (seppur molto professionali) sia per la grafica del booklet.

Come giudichi la tua esperienza su Major e come è stato ritornare ad una produzione indipendente? È cambiato qualcosa nel tuo rapporto con il pubblico?

L’ esperienza Major è andata come canto in Una Buona Occasione “a puttane” e parlo soprattutto dal punto di vista promozionale che è stato pressocchè inesistente ma ormai è il passato. Ho accusato il colpo non lo nego, sono andato giù ma poi mi sono rialzato da solo e grazie alla possibilità della raccolta fondi su Musicraiser ho intrapreso questa nuova strada dell’autoproduzione grazie proprio all’interesse dell’indispensabile pubblico che per vari motivi che ti ho anticipato, è mancato in precedenza.

Parliamo della tua passione per le biografie, da dove nasce e qual è il personaggio storico che ti ha affascinato maggiormente?

Nasce dall’esigenza di approfondire l’opera dell’artista attraverso il suo vissuto quotidiano, seppur in molti casi romanzato da chi la scrive. Non so se un Tenco, Gaber, DeAndré, Modigliani, Van Gogh, Lennon, Nick Drake, Buckley, Wallace etc. si possano considerare personaggi storici in quanto non hanno certo cambiato le sorti dell’umanità con le loro gesta ma sicuramente hanno dato voce, colore e sensibilità alla nostra vita per farci sentire meno soli, più ricchi e umani come singoli individui.

Chiudiamo con un classico: negozio di dischi, il tuo album. Perché comprarlo e che tipo di disco deve aspettarsi chi lo compra?

Se quello che hai ascoltato gratuitamente,liberamente, senza impegno o costrizioni, ti ha dato emozioni o incuriosito, Compralo sennò non ci sarà più un seguito per l’artista che hai incominciato ad apprezzare e conoscere. Purtroppo,Non siamo in quel periodo dove potevi emergere al quarto o quinto disco dopo i primi fallimenti discografici “popolari”. La musica non sopravvive di sole pacche sulle spalle e soprattutto oggi, le persone sono una risorsa di vitale importanza per poter proseguire questo mestiere spesso ignorato o snobbato da chi dovrebbe farla “girare intorno” senza l’egidia di spietate e subdole leggi di mercato.

Non Date il Salame ai Corvi è il disco tuo e di un cantautonomo nudo. E non è poco.

Ora vi lasciamo con questa bellissima canzone Carlo (il passato è passato)

Buon ascolto!

Commenti su Facebook