BOOMBOX MEETS…LUCIO CORSI

1330

A cura di Giuseppe Giovine

Abbiamo incontrato il cantautore toscano, Lucio Corsi in vista dell’uscita il 13 gennaio del suo nuovo EP, Altalena Boy.

Animali, natura e suoni bucolici. Con tocchi di surrealismo che spesso sfociano in scene goliardiche. Cosa c’è dietro i testi di Lucio Corsi e alla realtà estrosa rappresentata nei tuoi videoclip?

Ci sono alcune storie inventate, altre realmente accadute e qualche esperienza personale. Non c’è nulla di preciso dietro alle canzoni, o meglio, ci sono tante cose. Il vivere in un determinato luogo ovviamente influenza molto gli argomenti ed il modo di scrivere, Vetulonia Dakar infatti risente di tutti gli anni in cui ho vissuto a Val di Campo di Vetulonia.

Hai da poco lanciato un nuovo singolo, “Migrazione Generale dalle Campagne alle Città” che comparirà nel tuo prossimo EP, “Altalena Boy”, in uscita il 13 Gennaio per Picicca Dischi. Cosa si devono aspettare i fan da questo nuovo lavoro?

Qualche cambiamento rispetto a Vetulonia Dakar. Trovo importante e divertente cambiare le cose, il modo di fare le cose. Penso sia il giusto passo in avanti rispetto all’EP precedente e sarà certamente più curato musicalmente.

Per la realizzazione di Altalena Boy hai collaborato con Federico Dragogna de “I Ministri”. Com’è stato lavorare fianco a fianco con lui ed in cosa è stato fondamentale il suo supporto?

E’ stato divertente e costruttivo lavorare a questi nuovi brani con Federico Dragogna! E’ un bel mattacchione, mi ci sono trovato bene. E’ stato importante il suo lavoro effettuato sugli arrangiamenti dei brani e mi ha dato ottimi consigli che mi sono serviti e mi serviranno per i lavori futuri.

A febbraio partirai per il primo vero tour. Dopo aver girato un po’ per l’Italia, aperto alla Collinetta di Jack al MIAMI 2014, che sensazioni provi per questa nuova avventura?

Sono molto contento. Ovviamente suonare in giro è la cosa più importante, per questo non vedo l’ora di avere un bel calendario di date così fitte da non potermi permettere neanche un raffreddore!

Ma lo sai che quando ti cercano su Spotify, come “artisti simili a Lucio Corsi” c’è Fabrizio de Andrè?! Sei sulla buona strada a quanto pare!

Ovviamente è casuale al cento per cento! La cattiva strada… Gran canzone di De Andrè!

Commenti su Facebook