BookPride 2016: tanti altri mondi a Milano

259

Un equosistema a tutela della bibliodiversità. È così, con queste parole forse un po’ bizzarre ma importanti, che si potrebbe definire BookPride la fiera dell’editoria indipendente promossa da ODEI con il patrocinio del Comune di Milano, che avrà luogo negli spazi di BASE Milano dall’1 al 3 aprile 2016

L’idea è quella di offrire ad un pubblico vasto, fatto di esperti, lettori o semplicemente curiosi uno spaccato del panorama editoriale indipendente, ovvero di tutte quelle case editrici per lo più piccole o piccolissime, che sono legate tra loro per il fatto di non fare parte di nessuno dei grandi gruppi che in Italia dominano il mercato. La formula resta simile a quella che nella prima edizione, tenutasi dal 28 al 30 marzo 2015, e che ha garantito alla manifestazione un buon successo di pubblico.

Ci sono tuttavia alcuni cambiamenti e novità interessanti a partire dalla location: BookPride trasloca dai frigoriferi Milanesi agli spazi di BASE Milano, un un’area multifunzionale recuperata da una serie di edifici industriali, che aspira a diventare un punto di riferimento nella vita culturale milanese; gli spazi saranno aperti al pubblico dal 30 marzo e BookPride è una delle prime iniziative in programma.

In questa occasione BASE Milano sarà non solo spazio espositivo attrezzato per ospitare gli stand di circa 150 marchi editoriali, ma anche teatro di presentazioni, incontri e tavole rotonde sui grandi temi dell’attualità: dai problemi del mercato editoriale ai diritti civili, passando per le migrazioni, il rapporto tra occidente e oriente e le nuove prospettive della produzione culturale: insomma un mese di argomenti e spunti piuttosto vario, per un totale di tale di circa 100 appuntamenti che ruotano attorno all’idea di equosistema tema scelto per questa edizione della manifestazione, che l’anno passato aveva invece puntato sul concetto di differenza.

Un’ altra bella novità di quest’anno, sono le serate off che si terranno negli spazi di versolibri, la nuova libreria bistrot da poco aperta in Corso di Porta Ticinese 40, dove giovedì venerdì e sabato sera sarà possibile incontrare alcuni protagonisti della manifestazione, in tre serate informali accompagnate da musica ed un bicchiere di vino.
Insomma sembra che ci siano proprio tutti gli ingredienti per un week end indipendente e curioso. Di quelli che a noi di Vox piacciono moltissimo.

Per saperne di più potete consultare il sito di Bookpride

A cura di Bianca Maria Cuttica

Commenti su Facebook
SHARE