BOCCIATI SUL CAMPO: MATEMATICA, MUSICA E RETORICA

520

A cura di Stefano Francescato

Sarà che dopo Pasqua siamo tutti più buoni, ma anche questa settimana il parorama sportivo ci ha regalato delle perle che non sono passate inosservate. Pensate davvero che ce le saremmo lasciate sfuggire? Ovviamente no. Ecco il meglio (o il peggio) che possiamo imparare in questo weekend.

– il Parma è più forte del Borussia Dortmund. Per la legge della proprietà transitiva, se A=B e B=C allora A=C. Non fa una piega, no? Ebbene, se pensate che la Juventus ha eliminato dalla Champions i gialloneri di Immobile che sono stati anche finalisti, la conclusione del ragionamento è quella poco sopra. E va’ a spiegare a Coman e Ogbonna che non era un’amichevole!

– Crisi a parte, forse dieci anni fa non si stava poi così male… Cittadini di Milano, è tempo di derby! Domenica sera sarà di nuovo Milan contro Inter! Non sentite l’adrenalina?? L’eccitazione?? … No, eh? Nemmeno un pochino? Be’, vi capisco. È un po’ come guardare i musicisti dell’orchestra sinfonica della RAI che suonano da ubriachi: capisci che potrebbero fare molto di più se si impegnassero, che in fondo sono dei professionisti e che appartengono a un’istituzione blasonata del nostro Paese. Ma continui comunque a pensare che di fronte a uno spettacolo del genere forse sarebbe stato meglio stare a casa a parlare alla mensola del soggiorno. Ah, come ti capisco, cara mensola…

– Fate pure gli sboroni, ma a vostro rischio e pericolo. Questa settimana hanno fatto quantomeno sorridere le parole di Alonso, che prima del Gran Premio di F1 ha detto: “Mi ero stancato di arrivare sempre secondo con la Ferrari”. Ora, caro Fernando, di fronte a cose del genere non lamentarti se ti arriva qualche sfottò da parte dei tifosi di “quelli che arrivano sempre secondi” quando ti doppiano e finisci dodicesimo. PS: magari volevi solo una vita meno caotica e stressante partendo dall’ottava fila, ma in questo caso la prossima volta lo specificherei. Con amore, tutti.

Commenti su Facebook