ANNO DOPO ANNO, MILANO DOPO MILANO. L’evoluzione verticale della Città.

1168

A cura di Chiara Cecchi

Se vogliamo ripercorrere attraverso un itinerario fotografico il tumultuoso cambiamento che ha coinvolto la città, la mostra Milano dopo Milano è l’occasione adatta.

Dai Boschi Verticali di Stefano Boeri ai giardini di Porta Nuova, il progetto di riqualificazione urbana ed architettonica degli ultimi anni ha investito una vasta area della città. Gli studenti della Scuola di Architettura e Società del Politecnico, sotto la guida di Michele Nastasi, si sono fatti interpreti, attraverso il mezzo fotografico, di questa realtà in divenire: dei 35.000 scatti realizzati ne sono stati selezionati 31 per essere esposti presso la Kasa dei Libri.

Per chi ancora non lo sapesse, la Kasa dei Libri si trova nel quartiere Isola, a due passi dalla fermata metro Gioia: fondata da Andrea Kerbaker (scrittore e professore all’Università Cattolica di Milano) è, come suggerisce il nome stesso, una casa, un luogo accogliente per definizione, dedicato al libro e alla sua scoperta, dove potersi rilassare o partecipare ad una delle attività periodicamente organizzate. Per dirla con le parole di Kerbaker “questo spazio non è una galleria, ma una casa, quella dei libri”.

L’esposizione vuole offrirsi ai visitatori come uno spunto di riflessione; cosa pensa chi abita e vive ogni giorno la città di questo cambiamento, di questa evoluzione? Anche la Kasa dei Libri si è interrogata e la risposta arriva dalle testimonianze fotografiche qui esposte. In queste immagini i nuovi edifici si fanno presenza costante e vengono colti attraverso gli sguardi eterogenei degli studenti coinvolti. La prospettiva nella quale i palazzi si inseriscono è di dialogo con il tessuto urbano pre-esistente, in un rapporto di reciproco riadattamento con i soggetti che in questi quartieri vivono: per queste persone andare al lavoro può voler dire dover attraversare un cantiere aperto, o rimanere imbottigliati nel traffico a causa di lavori, ma anche poter finalmente portare i nipoti in un parco curato o passeggiare in una piazza appena terminata e mangiare in un panorama assai poco milanese.

Durante i 10 giorni di apertura non mancheranno occasioni di approfondimento e confronto: i temi messi in scena saranno discussi da professionisti di entrambi i settori, fotografia e architettura. Interverranno i già coinvolti protagonisti della trasformazione dell’area Stefano Boeri, Franco Giorgetta e un testimone imparziale come Gianni Biondillo.

Per guardare da una prospettiva inedita e perché no, anche critica, il maggior cambiamento vissuto da Milano dal dopoguerra a oggi.

 

Lunedì-venerdì dalle 15.00 alle 19.00

Inaugurazione martedì 2 dicembre ore 18.00

Incontro con Stefano Boeri giovedì 4 dicembre ore 18.00

Kasa dei Libri, Largo De Benedetti 4-20124 Milano

Commenti su Facebook