Dopo le polemiche, le proteste, le rinunce e le conseguenti dichiarazione di qualche “big” in meno, parte finalmente l’Home Festival, che dopo nove anni a Trieste si sposta al Parco San Giuliano a Mestre.
Il pericolo di un annullamento completo non c’è mai stato ma, a causa di condizioni avverse, a poche settimane dal via, gli organizzatori sono stati obbligati a rinunciare ad uno degli stage previsti, rinunciando quindi ad alcuni dei grandi nomi annunciati in partenza (vedi Aphex Twin, Pusha-T, Moodymann e molti altri).
Archiviati però i malcontenti, è arrivato il weekend dell’evento: l’area è pronta, e quattro palchi attendono migliaia di persone per tre giorni di grande musica.
Si parte oggi, venerdì 12 con Mellow Mood, Canova e Alborosie, che scalderanno il pubblico prima del live di Rival Sons e Editors sul Main Stage.
Il secondo giorno strizzerà invece l’occhio all’hip-hop made in Italy con i live di Tedua, Noyz Narcos, Speranza, Massimo Pericolo, Ensi e altri “sparpagliati” tra Main Stage e Hero Stage. A chiudere il sabato sarà la magia di un dj set di Paul Kalkbrenner.
Danzereccia e festaiola (come è giusto che sia) la domenica: Elettra Lamborghini e BoomDaBash “scuoteranno” il Main Stage con l’incursione di Young Thung. A fine giornata invece troviamo Bloc Party da una parte e Ackeejuice Rockers dall’altra a far ballare anche le foglie del Parco San Giuliano.
Navette gratuite, trasporto pubblico potenziato, volontari che si prenderanno cura del parco (aiutiamoli, aiutateli), zona food e beverage ad hoc e più di 90 artisti… Tutto è pronto, manchiamo solo noi!

Per farvi arrivare preparati, qui sotto trovate la nostra playlist con cui scaldarvi le corde vocali

A cura di Gianluca Leo

Commenti su Facebook
SHARE