Maggio è volato via. È il classico mese a cavallo tra l’estate, la sessione e le tante aspettate ferie, che ancora non arrivano. Noi di Vox abbiamo cercato di annunciare le future hit estive, così per non farvi sentire troppo la mancanza del mare.

 

“Missili”– Frah Quintale e Giorgio Poi (2 Maggio)

Sarà perché è prodotto da Takagi e Ketra, autori degli ultimi tormentoni estivi, ma questo brano esprime l’estate. Un ritornello orecchiabile per questo duo insolito che mischia l’indie rap di Frah Quintale e la melodia di Giorgio Poi.  Non c’è niente da fare questo brano di entra in testa. Sarà sicuramente uno dei tormentoni estivi dell’estate 2018!

“Peace and Love” – Sfera Ebbasta feat Ghali (4 Maggio)

Il 4 maggio è stato un giorno di “guerra” per la prima classifica tra due capisaldi del rap: da un lato J-Ax e Fedez, con il rilascio di “Italiana”, ultimo singolo che li vede insieme, dall’altra il duo con il suono del futuro, Sfera Ebbasta e Ghali, e alla produzione Charlie Charles. Quest’ultimi alla fine hanno avuto la meglio, con un pezzo che racchiude due musicisti entrambi etichettati come “Trap” ma in realtà completamente diversi tra loro. Si percepisce che il brano è stato realizzato in poco tempo, ma gioca le carte giuste tra sound, testo e beat. Charlie Charles è il re incontrastato delle hit.

“Four out of Five” – Arctic Monkeys (14 Maggio)

Sicuramente uno degli album più attesi del 2018 Tranquility Base Hotel & Casino è il sesto album degli Arctic Monkeys. “Four out of Five” è il primo singolo estratto e crea pareri discordanti: per alcuni è una bomba, altri rimpiangono il sound classico degli AM. Sta di fatto che brano ha un’impronta più rock e un cambiamento di sound non fa altro che dimostrare quanto questa band non smetta mai di stupirci.

“Fotografia” – Carl Brave feat Fabri Fibra feat Francesca Michielin (11 Maggio)

Carl Brave, uno degli artisti rap/indie-pop, più in voga del momento, torna sulla scena musicale rilasciando un nuovo album Notti Brave senza la collaborazione di Franco 126. All’interno vi sono interessanti collaborazioni, tra queste vi è “Fotografia” con Francesca Michielin e Fabri Fibra. Canzone scelta come singolo di lancio del disco, accompagnata da un video molto simpatico dove Roma e i cantanti sono stati resi personaggi dei Simpson.
Il singolo è molto forte e ben realizzato, i tre sound degli artisti sono ben distinti e nonostante questo si fondono alla perfezione.

“Paracetamolo” – Calcutta (15 Maggio)

Io sento il cuore a milleeee”: ci giochiamo tutto che appena avete letto “Paracetamolo” avete urlato io sento il cuore a milleeee. “Paracetamolo” è il terzo estratto da Evergreen. Calcutta ha fatto un album che rappresenta al meglio la sua cifra musicale; canzoni orecchiabili, senza un significato preciso, ma che tutti appena sentiamo la prima nota cantiamo a squarciagola. Dopo la sorpresa al Mi ami, Calcutta è pronto per far cantare l’Arena di Verona e tutti quei “pazzi” che hanno deciso di seguirlo perfino agli Autogrill.

 “Nudo Integrale” – Coma Cose (22 Maggio)

Dopo aver letteralmente spaccato e conquistato la collinetta al Mi Ami, possiamo dirlo ufficialmente il 2018 è l’anno dei Coma Cose. Il duo di Milano ha unito elementi tipici a un cantautorato tipico degli anni 70 e il loro sound indie- rap. Hanno fatto sicuramente centro. Quanti andranno a sentirli in giro per l’Italia?

“Quando ho incontrato te” – Cosmo (23 Maggio)

Il brano lo conosciamo già, è presente nell’ultimo album di Cosmo: Cosmotronic. Il video, però, è uscito il 23 maggio. “Quando ho incontrato te” consacra definitivamente il successo di Cosmo e sta avendo un discreto successo anche in radio. Il testo racconta dei classici pensieri notturni, il momento in cui ti svegli e inizi a riflettere sulla tua vita. È dedicata alla moglie, perché sì, molti non lo sanno (e restano anche sconvolti), ma Cosmo è sposato con figli e questo brano è proprio dedicato a lei.
Quest’estate Cosmo è in tour in Italia, voi siete pronti a prenderlo se si dovesse buttare?

“Poesia senza veli” – Ultimo (25 Maggio)

Classe 1996, vincitore di Sanremo Giovani di quest’anno ed il più giovane artista nella storia della musica italiana a riempire i palazzetti. Dopo il singolo che lo ha portato alla vittoria, “Il ballo delle incertezze”, e un tour tutto sold out conclusosi al Fabrique il 26 Maggio, è arrivata l’ora di lanciare il nuovo singolo dell’album “Peter Pan”. Ciò che conquista di questo giovane cantante, oltre la sua voce dotata di una grande estensione e un bellissimo timbro, sono le parole dei suoi testi, che per la maggior parte sono un elogio all’amore e all’innamoramento. Nel video di “Poesia senza veli” si vede questa storia tra due bambini delle elementari, tra immaginazione e realtà, dove alla fine il timido ragazzino riesce a chiedere alla sua giovane cotta di uscire. Le chiavi per il successo ci sono tutte: Ultimo si conferma una delle nuove stelle della musica italiana più brillanti e interessanti.

 “Zingarello” – Ghali prod. Sick Luke (25 Maggio)

Ghali, uno degli artisti trap-pop più in tendenza del momento, sta tornando definitivamente sulle scene. Dopo il singolo “Cara Italia”, uno dei più grandi tormentoni dell’inverno/autunno, rilascia “Zingarello”. Alla produzione, per la prima volta, non vi è l’amico e produttore Charlie Charles ma Sick Luke. Brano realizzato a New York, rispecchia il sound fresco e leggero del rapper di Baggio, fiero delle sue origini; funziona e lo si sentirà per tutta l’estate. In attesa di un nuovo album, dove si spera in brani anche di più spessore tipo “Cara italia”, ora ci si gode questo brano più leggero.

 “Give Yourself a Try” – The 1975 (31 Maggio)

Dopo oltre un anno di silenzio, una delle band migliori nella scena indie-pop/indie-rock è tornata: i 1975. Il singolo è molto forte, vi è un ritorno da parte della band verso l’indie rock, dopo l’ultimo album più sperimentale, però si sente da parte loro una evoluzione e rivisitazione del linguaggio musicale. La chitarra, in tutto il pezzo, ripete un riff molto catchy. Oltre a un sound molto forte e catchy, vi è un testo per nulla banale. Il frontman narra del passare degli anni, delle sensazioni che si provano ad avere quasi 30 anni e a vedere come il tempo passi, osservando la propria collezione di vinili che aumenta sempre di più. Il singolo anticipa una nuova era per la band, Music for cars, che sarà divisa in due album, uno in uscita il prossimo ottobre e l’altro a maggio del 2019. Non resta che aspettare, le premesse sono molto buone.

A cura di Giulia Lansarotti e Maria Teresa Albano

Commenti su Facebook
SHARE